Napoli, Allan: "Abbiamo fatto soffrire la squadra più forte d'Europa"

Share

In primis, il brasiliano ha parlato di Ghoulam, reduce dall'intervento al ginocchio: "Sono felice che l'operazione sia andata bene". Dispiace per Faouzi, purtroppo sono cose che possono capitare. Abbiamo fatto soffrire la squadra più forte d'Europa ma siamo stati puniti su quattro ingenuità come due ripartenze e due calci piazzati. "Adesso pero' la testa e' solo alla Serie A. Ci aspetta una partita durissima a Verona, il Chievo e' una squadra di qualita' e ben organizzata". È un grandissimo calciatore ed abbiamo piena fiducia in lui. "La Champions è un obiettivo importante per noi e la società". Ounas ha giocato la bellezza di 50 minuti totali dopo le prime 11 gare di campionato (però si è fatto un'altra ventina di minuti in 6 gare di Champions) e Mario Rui (pochi hanno sottolineato che dopo l'infortunio dello scorso anno era già tornato in campo a fine campionato con la Roma in gare delicatissime) ha all'attivo ben 4 minuti e ora siamo al paradosso che pur essendo il sostituto naturale di Ghoulam (costato 10 milioni dopo aver venduto Strinic per 2 milioni) è anche in dubbio il suo impiego domenica con la corazzata internazionale veronese dopo 4 mesi di allenamenti! Cerco di aiutare la squadra perchè quando ci diamo una mano a vicenda possiamo raggiungere grandi traguardi. Proprio il centrocampo è il reparto nel quale il Napoli può vantare più soluzioni, sei mediani che Maurizio Sarri alterna con regolarità: "Si siamo tutti all'altezza della situazione, quindi ci adeguiamo a ciò che chiede l'allenatore". Mi auguro di avere ancora margini di crescita importanti. "Spero che i tifosi continuino a starci vicino". Criscito ha una grande esperienza.

WhatsApp non funziona più è in down
E così la App di messaggistica più usata al mondo al momento non consente di inviare e ricevere messaggi , foto e video. Su Twitter l'hashtag #whatsappdown è diventato subito tra i più digitati.

Sullo Scudetto. "Il campionato è lungo e dobbiamo andare di gara in gara perché ci sono tantissime squadre che stanno cercando di fare un campionato importante". "Indossare i colori della propria Nazionale è la gioia più bella per un calciatore ma so che dipende da quello che faccio con il club: lo stesso discorso vale per Jorginho, che sta meritando le attenzioni del CT del Brasile".

Share