Orvieto, l'assessore Pd contro i rom: "Non ci è riuscito nemmeno Hitler"

Share

Il sindaco della bella cittadina umbra - celebre per il suo duomo e non solo - Giuseppe Germani (che guida una giunta di centro-sinistra), sta valutando la situazione che si è creata dopo le dichiarazioni di Massimo Gnagnarini, responsabile del Bilancio, che rispondendo sul proprio profilo Facebook ad un cittadino sui possibili rimedi al "fenomeno della presenza di donne nomadi nei pressi della stazione ferroviaria", ha evocato l'Olocausto.

Quello dei rom è un problema, un problema che a risolverlo "c'aveva provato anche zio Adolf a prendere qualche rimedio, politicamente scorrettissimo, ma non gli è riuscito neanche a lui". Il primo cittadino infatti nel pomeriggio incontrerà l'intera giunta per "prendere eventuali decisioni". "Con estremo rammarico e nella comprensione di un momento delicato per l'amministrazione comunale della nostra città - dicono - siamo consapevoli che le reazioni generate dalle parole dell'assessore Gnagnarini rappresentato un serio elemento di difficoltà e valutazione per il Sindaco, la giunta e la maggioranza". Parole scritte nere su bianco su Facebook, che hanno scatenato una polemica durissima. In mattinata, in una nota, sono stati i segretari del circolo del Pd di Orvieto Lorenzo Cortoni, Samuele Tognarini e Karol Sganzerla, a chiedere al sindaco (anche lui del Partito democratico) di "esprimere pubblicamente un parere chiaro in merito a questa terribile vicenda che offende prima di tutto la storia e la cultura liberale, democratica e antifascista della nostra citta' e del nostro Comune".

Il killer uzbeko dell'Isis aveva un complice
Secondo i media americani, Saipov era controllato dalle autorità federali da un po' di tempo. L'uomo con una lunga barba e' vestito di scuro, con una giacca con una riga rossa al centro.

Dal Pd, partito al governo della città di Orvieto, aveva parlato la senatrice Francesca Puglisi, presidente della Commissione parlamentare contro il Femminicidio, che aveva chiesto "al sindaco di Orvieto di valutare un passo indietro per questo politico".

Secondo il sindaco Germani, quella dell'ex assessore Pd sarebbe una "frase da stigmatizzare". "Tuttavia, conoscendo personalmente l'assessore - ha aggiunto -, sono certo che non appartenga al suo bagaglio culturale, morale e politico".

Share