Pensioni, slitta l'aumento dell'età a 67 anni: posticipato di almeno sei mesi

Share

Così Camusso (Cgil) dopo l'incontro con il governo e in vista del tavolo tecnico.

Sulla Manovra "in itinere" aleggia l'ombra dell'innalzamento dell'età pensionabile dal 2019 per effetto dell'adeguamento automatico alla speranza di vita.

Il governo proverà a trattare con i sindacati per introdurre l'aumento dell'età pensionabile a 67 anni ma salvando alcune categorie di lavoratori, che in teoria dovrebbero essere undici.

Serie A, Silvio Berlusconi: "Vedo il Milan in tv e sto male"
Ancora una volta l'ex presidente rossonero Silvio Berlusconi non ha parole gentili per il Diavolo di oggi e nemmeno per il suo allenatore.

L'obiettivo dell'esecutivo appare chiaro: mantenere il punto su una questione ritenuta importante per far sì che non venga intaccata la fiducia che l'Italia sta riguadagnando a livello internazionale.

E' forte la richiesta di parte sindacale di procedere ad una sterilizzazione o almeno ad un rinvio dell'automatismo e in questa prospettiva sono stati presentati una serie di emendamenti parlamentari (proposti con diverse declinazioni dal Pd, Mpd, Movimento 5 stelle, Sel) al decreto fiscale collegato. Cesare Damiano e Maurizio Sacconi, promotori di una specifica proposta bipartisan. Il Presidente della commissione Lavoro del Senato, in un post su www.amicidimarcobiagi.com, ha anche evidenziato che le deroghe alla riforma Fornero hanno richiesto circa 20 miliardi di euro, arrivando a creare la categoria dei lavori gravosi, senza la necessaria base scientifica che hanno i lavori usuranti, ma dimenticando al contempo di riconoscere, per esempio, i periodi di maternità delle donne ai fini previdenziali. Ai sindacati, che però sono in pressing su Palazzo Chigi per sospendere lo scatto dell'età, questa soluzione difficilmente potrebbe andar bene.

Share