Pol - M5s: Di Maio, Renzi? mi confrontero' solo con nuovo leader

Share

Il Partito democratico subisce un ko senza appello. Con un post su Facebook Di Maio dice che ora è cambiato tutto: "Avevo chiesto il confronto con Renzi qualche giorno fa, quando lui era il candidato premier di quella parte politica".

Colpo di scena: alla luce del voto in Sicilia Luigi Di Maio, capo politico di Cinquestelle, ha annullato il duello in Tv con Matteo Renzi, da lui stesso sollecitato e previsto per domani sera su La7. E attacca:"Il Pd è politicamente defunto".

Dall'altro lato perché lo spirito della nuova legge elettorale (il Rosatellum, Dio lo benedica) permette ai partiti alleati di presentarsi alle elezioni insieme senza dover avere un candidato premier e senza dover far altro che presentare alle elezioni il proprio segretario. Di Maio scappa dal confronto TV con Renzi. Ora la marcia indietro. Stando ad alcune indiscrezioni, ai vertici del M5S l'intenzione sarebbe inotlre di cambiare format, con un dibattito differito, e cambiare "competitor", con Alessandro Di Battista al posto di Di Maio.

C'è da valutare, però, se l'establishment dem possa ritenere adatta la figura di Renzi come 'collante' fra il Pd e il resto della sinistra. Mi confronterò con la persona che sarà indicata come candidato premier da quel partito o quella coalizione. Sarà pure bellissimo, ma non è quello che loro vogliono, per quanto il cerchio magico posso sbattersi nelle interviste nelle comparsata e televisive: chi vota sinistra continuo a preferire Bersani ad Alfano e Verdini. I numeri siciliani, però, hanno fatto decisamente rumore dalle parti del Nazareno.

Borg McEnroe: la scena Non piaci a nessuno John
Il cast principale comprende anche l'attore Stellan Skarsgard nella parte di Lennart Bergelin, coach del tennista svedese. Borg McEnroe si affida ad una fotografia cruda e scintillante per rappresentare il conflitto spirituale dei due sportivi.

Al Nazareno la vedono così: "Nel 2013 in Sicilia, alle politiche, i Cinquestelle presero il 33,6 per cento, la coalizione Pd-Sel-Tabacci il 21,4, mentre il centrodestra prese il 31,3". La replica? Arriva, tranquilli, arriva: "È talmente ridicolo che ogni commento rovinerebbe questa commedia", a firma Richetti, oppure "Spero che Floris mantenga il confronto".

Di Maio ha poi ribadito l'importanza di quello che, a suo dirsi, è stato un grandissimo successo ottenuto nelle votazioni tenutesi sull'isola.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Il gesto di Di Maio, secondo il giornalsita che afferma di non sapere "cosa sia giusto o sbagliato", "può essere letto o come eccesso di presunzione o eccesso di paura".

Share