Premier League, Conte e la mano a Mourinho: "Due volte bastano"

Share

Non è chiaro se lo Special One abbia accettato o meno: ma di certo una mini rivincita ai danni di Conte è servita.

Ma tornando sulla sfida di Londra, una sconfitta per Mourinho sarebbe quasi del tutto indolore, anche se lo United potrebbe venire scavalcato dal Tottenham stesso, impegnato contro il Crystal Palace, mentre il Chelsea rischia invece di venire privato del proprio allenatore campione della scorsa Premier League, ma in caso di vittoria, si darebbe una forte scossa al campionato anche in conoscenza del risultato del City, che scenderà in campo contro l'Arsenal all'Etihad Stadium nel pomeriggio. Alla fine della partita nessuna stretta di mano tra i due, come il galateo calcistico impone. Una di queste è sicuramente Chelsea-Manchester United, che domani andrà in scena allo Stamford Bridge, con migliaia di tifosi che riempiranno lo stadio dei Blues, pronti a sostenere la squadra di Antonio Conte, chiamata al riscatto dopo il pesante ko rimediato mercoledì in Champions League contro la Roma. "Abbiamo affrontato le partite più importanti in un momento difficile con tante assenze, anche se non voglio parlare degli infortunati". Per l'ex attaccante della Juve è il settimo gol in campionato. "E poi bisogna rispettarsi in campo, fuori non è detto che succeda", ha detto il tecnico italiano. Il Chelsea non ha vinto e c'è stata la resurrezione, magari favorita dal ritorno di Kantè a centrocampo, dove l'ex del Leicester ha un ruolo fondamentale. L'azione che ha deciso il match è arrivata al 10' della ripresa: cross di Azplicueta, difesa dello United distratta e Morata, lasciato solo, infila il pallone all'incrocio dei pali. Al suo posto, ottima prova del danese Christensen.

Francia, il lato oscuro della destra: donne di FN vittime di molestie?
La Vournet avrebbe denunciato il tutto alla Le Pen che, per tutta risposta, le avrebbe consigliato di rivolgersi alla giustizia . Lo scandalo sulle molestie sessuali sollevato dal caso Weinstein si allarga a macchia d'olio.

Il nome di Conte era stato avvicinato a quello Milan, in caso di esonero di Montella. "Presunti contatti con Conte?".

Share