Reddito inclusione,Pd S. Maria e Circolo Lauria a fianco dei cittadini

Share

Il Reddito di Inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà e all'esclusione sociale introdotta dal decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147, emanato in attuazione della legge-delega 15 marzo 2017 con decorrenza dal 1° gennaio 2018.

La circolare INPS 22 novembre, n. 172 fornisce le prime istruzioni amministrative, illustra il riordino delle prestazioni assistenziali finalizzate al contrasto alla povertà, in particolare del Sostegno per l'Inclusione Attiva (SIA) e dell'ASDI (Assegno Sociale di Disoccupazione) e la conseguente rideterminazione del fondo povertà a decorrere dal 2018.

La forte sinergia con l'INPS ci permetterà di supportare i comuni e gli ambiti sociali di zona nell'avvio della misura nazionale. Sarà possibile presentare le istanze per l'ottenimento della carta REI presso le otto circoscrizioni di Palermo dal 01/12/2017, esclusivamente previa prenotazione telematica. Insomma.la comunicazione non deve mancare in ogni fase dei nuovi processi, ancor più in fase di avvio.

La domanda di accesso alla prestazione potrà essere presentata dal 1° dicembre 2017, presso i comuni o altri punti di accesso identificati dagli stessi, utilizzando il modello allegato alla circolare.

Cosi come è stato realizzato per l'Isola di Ischia, la tempestività è un alleato fondamentale.

Oposición y gobierno venezolano iniciarán diálogos en República Dominicana
El segundo punto es la fecha exacta para los comicios presidenciales del 2018, lo que la oposición califica como tema crucial. Sumado a esto exigirán las garantías correspondientes para los próximos procesos electorales que se realizarán en el país.

Il beneficio economico è relativo ad un periodo continuativo non superiore a 18 mesi, eventualmente rinnovabile, erogato tramite la carta acquisti ridenominata Carta Rei e l'importo mensile riconosciuto varia in base al numero dei componenti del nucleo familiare, da un minimo di 190 euro circa per una persona ad un massimo di 485 euro con 5 o più componenti per nucleo ed è accompagnato da servizi personalizzati per l'inclusione sociale e lavorativa.

- in caso di gravidanza, documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica, (nel caso sia il solo requisito posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto).

Il nucleo richiedente dovrà soddisfare specifici requisiti di residenza e anagrafici, economici, di composizione del nucleo familiare e di compatibilità, specificamente dettagliati nella circolare che è possibile scaricare dal sito del Comune (http://www.comunesantantonioabate.it/archivio10_notizie-e-comunicati_0_359.html).

L'assegnazione del sussidio dipenderà infatti anche dall' indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) e dall'indice della situazione reddituale (cioè il reddito realmente a disposizione delle famiglie per far fronte alle spese di tutti i giorni). Potranno presentare domanda coloro che appartengono a un nucleo familiare in cui esistano: una persona di età minore di anni 18; una persona con disabilità; una donna in stato di gravidanza; un lavoratore di età pari o superiore a 55 anni, che si trovi in stato di disoccupazione da almeno tre mesi e non riceva altro sussidio per la disoccupazione. Vi sono poi dei vincoli patrimoniali.

- Patrimonio immobiliare diverso da abitazione non superiore ai 20.000€. E il patrimonio mobiliare (conti correnti bancari o postali; certificati di depositi e credito, buoni fruttiferi e assimilati, azioni e obbligazioni) non deve superare i 10mila euro. Diversi sono gli importi: 187,50 euro al mese per singoli, 284 per due, 380 per nuclei di 3, 461 per 4 e per 5 o più 585 euro. Come funziona il ReI: A partire dal 01/12/2017, i cittadini, in possesso dei requisiti di accesso previsti, potranno inoltrare il modulo di domanda al Protocollo Generale del Comune. Fonte: nota diramata dall'ufficio stampa dell'ente.

Share