Roma-Chelsea, El Shaarawy: "Questa è una serata speciale"

Share

Nel frattempo, però, sono successe due cose importanti: la Roma ha raddoppiato, ancora con El Shaarawy, su sesquipedale errore di Ruediger; il Qarabag è andato in vantaggio a Madrid, contro l'Atletico, e messo le basi per un clamoroso 1-1 finale che riduce all'1% le possibilità di Simeone di passare il turno.

Passato il primo quarto d'ora, il Chelsea alza il baricentro, la Roma un po' si schiaccia e libera Bakayoko con i tre centrocampisti che faticano a trasformare l'azione da difensiva in offensiva.

La Roma vince 3 a 0 contro il Chelsea nella 4^ giornata di Champions League. Il belga cerca più volte la porta, ma non trova mai una conclusione convincente. Alisson si oppone, Florenzi poi rinvia. Al 20′ Hazard si accentra da sinistra e con il destro centra Alisson. Pochi secondi e Kolarov sbaglia un rinvio, il pallone dopo un rimpallo arriva a Morata che al limite dell'area piccola manda incredibilmente alto. Al 1′ minuto di gioco Kolarov pesca Dzeko in mezzo all'area, il bosniaco appoggia per El Shaarawy che di corsa la mette dentro con un gran siluro. Ma la gioia è solo rinviata: minuto 36′ Nainggolan lancia verso l'area avversaria, Rudiger lascia sfilare non accorgendosi che dietro di lui c'è El Shaarawy, pronto a battere ancora una volta Courtois con l'esterno destro, stavolta sul palo più vicino con un tocco di precisione. Soffre De Rossi, che deve essere alternativamente supportato da Strootman o Nainggolan che arretrano per raddoppiare e eventualmente offrirgli uno scarico più facile. "Sono davvero felice per il risultato, non era scontato". Il solito Dzeko generoso, che gioca spalle alla porta, non segna ma mette sempre paura ai Blues, completa una serata praticamente perfetta.

Lazio, Inzaghi: "Vogliamo vincere l'Europa League"
Immobile ha accusato un indolenzimento dopo Benevento , quasi sicuramente non sarà della partita". Inzaghi viaggia coi numeri dei grandi, con chi prima di lui ha segnato la storia della Lazio .

Perotti cresce e cala il tris. Altri cambi, tutti al 30′: Batshuayi per Morata, Manolas per Florenzi e Gerson per El Shaarawy.

"Sotto questo punto di vista sta lavorando tantissimo, anche sulla difesa, non subiamo gol e siamo determinati e cinici, poi i risultati si vedono".

Share