Sospesa per post: catena di solidarietà su Facebook

Share

Sospesa per sette giorni da scuola per un post su Facebook. L'iniziativa è dell'Unione degli Studenti della Campania che scende in campo al fianco della studentessa. Anche l'alunna era regolarmente in classe, hanno fatto sapere dall'istituto. Uno degli insegnanti ascoltati ha parlato del colloquio con l'ispettore definendolo "pacifico e sereno".

Libia: Gentiloni, obiettivo elezioni a suffragio universale entro il 2018
"L'Italia - ha detto - chiede fortemente che sia le organizzazioni legate all'Onu, Unhcr e Oim, sia le ong in generale, approfittino dell'apertura che le autorità libiche finalmente iniziano a dare".

"Noi scegliamo di stare dalla parte di Claudia - spiega in una nota stampa l'Unione degli studenti - perché il suo atto di coraggio e di verità deve essere un esempio per tutta la popolazione studentesca che troppo spesso subisce in silenzio gli abusi di potere dei dirigenti". "Amore per i vostri ragazzi?" Senso di appartenenza? Davvero credete - si chiedeva - che le cose vadano così in questa scuola? "E guardate che se questa scuola ha avuto fama per i propri successi, è solo ed esclusivamente grazie a noi studenti e ai pochi professori che si salvano nell'istituto". Ma molti compagni della studentessa hanno solidarizzato con lei, criticando la decisione della preside: hanno appeso striscioni ai cancelli dell'istituto e successivamente hanno organizzato una manifestazione a cui hanno partecipato tantissimi giovani del liceo.

Share