Svezia-Italia, Ibrahimovic: "Verratti il migliore. Senza di me meno pressioni"

Share

Emil Krafth, difensore svedese che gioca nel Bologna, dovrebbe giocare da titolare: "Deciderà il mister, ma io sono pronto, siamo tutti pronti - le sue parole riportate dalla 'Gazzetta dello Sport' - L'Italia è sempre ben organizzata e brava tatticamente". In difesa la Svezia non è molto diversa da quella che avete visto all'Europeo, ha una linea a 4 esperta e sincronizzata. "Il suo giusto utilizzo è quello che ha a Parigi, come centrale basso di centrocampo", conclude. Non è stata una partita combinata prima, anche perché non avrei potuto permettere una cosa del genere: "è assolutamente contro i miei principi, chi mi conosce lo sa". "Saranno due belle partite, non facili, complicate per entrambi". Le squadre faranno di tutto per passare, saranno vere e proprie finali. "Oggi senza di me le pressioni non sono uguali".

Ibrahimovic parla alla vigilia del playoff: "Quando c'ero io la gente si aspettava che la Svezia vincesse i Mondiali. Tutti hanno cominciato da zero e ora hanno l'opportunità di farsi vedere, il nuovo ct (Jan Andersson ndr) ha scelto giocatori con meno esperienza ripartendo da zero". Non c'era niente di combinato. Poi si sa come funziona, si cerca sempre di trovare scuse.

Scuola: pane e olio a mensa per i bimbi che non pagano
Col vecchio sistema avevamo una morosità di circa 120mila euro l'anno fra mensa e altri servizi. Un provvedimento scaturito dopo aver conteggiato ben 1000 morosi su 4000.

Quando gli si chiede chi sia l'Ibrahimovic dell'Italia invece Zlatan non ha dubbi: "E' Marco Verratti, senza dubbio il giocatore più forte dell'Italia. Sicuramente andare in Russsia sarebbe molto bello".

Share