Uefa, arriva la stangata per Evra

Share

Il 36enne francese paga il calcio a un suo tifoso durante il riscaldamento del Marsiglia prima del match di Europa League contro il Vitoria Guimaraes.

Sanzione accessoria di 10 mila euro per il giocatore, 25 mila euro per il club, per non aver impedito ai tifosi di rimanere negli spazi loro adibiti. All'inizio la cosa era stata lasciata cadere dal giocatore ex Juve ma più tempo e trascorso più il clima si è fatto rovente. Questo gesto è costato chiaro al terzino francese che, dopo alcuni giorni è stato praticamente licenziato dal club di Marsiglia. "Il contratto di gioco è ufficialmente risolto con effetto immediato". Ha giocato un ruolo importante nel rilancio della squadra, il significativo miglioramento dei suoi risultati, la rinascita di una elevata ambizione sportiva.

Mafia, commercianti confermano: 'Pagavamo il pizzo'. 17 arresti
In tale contesto, alcuni imprenditori e commercianti sono stati sentiti e hanno confermato le imposizioni di Cosa nostra. Dall'indagine è emerso il ruolo di vertice di Elio Ganci nel clan .

È arrivata la squalifica da parte della Uefa per Patrice Evra. Ma il 2 novembre ha commesso l'irreparabile rispondendo alle provocazioni di una manciata di individui. "In un contesto simile, non è più possibile riunirsi per far sì che Evra torni al lavoro in modo efficace". Evra sarà sospeso fino al 30 giugno 2018 da tutte le competizioni nazionali e internazionali: il ritorno in Francia, dopo la bella esperienza con la Juventus, si conclude nel peggiore dei modi per Patrice.

Share