UFFICIALE: L'Alfa Romeo ritorna in Formula 1 come partner della Sauber!

Share

Pascal Picci, Presidente di Sauber Holding AG, ha dichiarato: "Siamo all'inizio di quella che siamo certi sarà una partnership duratura e di successo, fiduciosi che lavorando insieme potremo portare Alfa Romeo Sauber F1 Team a raggiungere traguardi prestigiosi".

"Gli ingegneri e i tecnici Alfa Romeo, che hanno dimostrato le loro capacità con gli ultimi modelli lanciati (Giulia e Stelvio), avranno l'opportunità di mettere al servizio della Sauber la loro esperienza e i fan del nostro marchio avranno di nuovo la possibilità di sostenere una casa automobilistica che è determinata a entrare in una storia sportiva unica e leggendaria", ha aggiunto. La vettura sarà equipaggiata con i motori Ferrari 2018.

L'Alfa Romeo torna in Formula 1, è ufficiale.

Il contratto siglato quest'oggi, che prevede dunque una collaborazione tecnica, tecnologica, strategia e commerciale tra le due entità coinvolte, avrà una durata pluriennale, e consentirà la fruizione di uno scambio di conoscenze ingegneristiche atte ad aumentare l'efficienza delle due case automobilistiche in Formula 1 e nella produzione di serie.

"L'accordo con Sauber F1 Team - ha spiegato Sergio Marchionne, AD di FCA - è un passo significativo nella ricostruzione del brand Alfa Romeo che, tornando in Formula 1 dopo un'assenza dalle corse di oltre 30 anni, restituisce al campionato uno dei marchi che hanno fatto la storia di questo sport".

L'Alfa Romeo torna in Formula 1

Clamoroso ritorno dell'Alfa Romeo in Formula1. Non esiste ancora una conferma ufficiale riguardo l'inserimento dei due piloti al posto di Ericsson e di Wehrlein, il quale ha mostrato grandi abilità.

Nella sua storia l'Alfa Romeo ha partecipato alla Formula 1 nel 1950, nel 1951 e poi tra il 1979 e il 1985.

"Siamo lieti di dare il benvenuto all'Alfa Romeo nel Sauber F1 Team".

Ancora non è chiaro chi porterà in pista la monoposto del Biscione, eredità di leggende come Juan Manuel Fangio, ma si pensa a Charles Lecrec -giovane prodigio emergente- e Antonio Giovinazzi, a lungo rimpianto sulla Rossa di Maranello. La partecipazione al Mondiale non decollò mai nonostante la presenza, al volante, di piloti del calibro di Andrea De Cesaris (pole position a Long Beach '82), Mario Andretti e Patrick Depailler. Nel campionato dai quasi costanti cambiamenti, in cerca di una nuova evoluzione, l'idea che possano tornare blasonati costruttori che hanno segnato la storia di questo campionato, appare come un'operazione per cuori nostalgici che sanno pensare e guardare oltre.

Litiga con il tassista e gli stacca un orecchio a morsi
Il ventenne ha aggredito il quarantenne nel corso di una lite per un parcheggio . Il ventenne avrebbe preteso di parcheggiare nel posto del tassista.

Share