Addio a Gualtiero Marchesi, il più famoso chef italiano

Share

Muore Gualtiero Marchesi, Maestro della cucina nostrana: era stato il primo italiano a guadagnarsi le 3 stelle Michelin, l'addio a causa di un tumore.

Se n'è andato proprio in uno dei giorni delle grandi 'abbuffate', a Santo Stefano. Nel dopoguerra si trasferì in Svizzera, dove perfezionò la sua conoscenza frequentando, dal 1948 al 1950, la scuola alberghiera di Lucerna. Restò tale anche quando restituì le stelle in contestazione con il metodo di attribuzione della guida francese Michelin. Seguì il riconoscimento di commendatore nel 1991 conferito dal presidente della Repubblica Francesco Cossiga. Primo ristoratore del nostro paese a ricevere le tre stelle Sulla guida Michelin.

Mosca, autobus fuori controllo contro un sottopasso: 5 morti e diversi feriti
L'autista è stato arrestato e la polizia sta indagando per capire se l'autobus avesse un problema tecnico. L'incidente è avvenuto vicino alla stazione di Slavyansky Boulevard , nell' ovest di Mosca .

La storia di Marchesi è stata legata alla tv sia in positivo, che in "negativo", se così si può dire.

Marchesi ha insegnato a chef diventati grandi anche grazie ai suoi insegnamenti: sotto la sua ala protettrice sono passati i vari Cracco, Oldani, Berton, Crippa, Leeman, Knam. Si tratta della figura più importante dell'enograstronomia italiana: da vero innovatore ha cambiato le regole della cucina italiana portandola ai livelli dell'eccellenza mondiale e liberandola così dal provincialismo. Un piatto bellissimo oltre che buonissimo. Lutto nel mondo della ristorazione: il Maestro che ha fondato la "nuova cucina italiana" si è spento all'età di 87 anni a Milano. Marchesi, che avrebbe compiuto 88 anni il prossimo 19 marzo, era malato da tempo. Il suo ultimo capolavoro non è stato un piatto, ma un'iniziativa: la scorsa estate Marchesi era riuscito a realizzare il sogno di fondare una casa di riposo per cuochi: nascerà a Varese, per iniziativa della Fondazione che porta il suo nome.

Share