Alfa Romeo Sauber: Giovinazzi ancora in panchina, confermato Ericsson affianco di Leclerc

Share

Tre giorni dopo aver comunicato la collaborazione con Alfa Romeo, la Sauber ha ufficializzato pure la coppia di piloti per la stagione 2018. Il pilota svedese ha prevalso nel ballottaggio con il nostro Antonio Giovinazzi per affiancare il campione in carica della F2, punta di diamante nell'accademia Ferrari che ormai da tempo era sicuro della promozione. Ma il pugliese sarà quantomeno in organico nel ruolo di terzo pilota, pronto a guidare nelle prove libere del venerdì e a subentrare in caso di necessità.

Sergio Marchionne ha presentato la line-up che riporterà il marchio del Biscione nel Circus, il cui ritorno è stato annunciato all'inizio della settimana. Con la scuderia elvetica, in passato, hanno esordito ad esempio Kimi Raikkonen e Felipe Massa, ma anche Robert Kubica e Sebastian Vettel durante la gestione targata BMW. Il presidente Ferrari lo ha annunciato in occasione della conferenza stampa proprio per il ritorno di Alfa in Formula 1.

Roma, Di Francesco perdona De Rossi: "Ha sbagliato, ma non va abbandonato"
Edin Dzeko non segna da sette partite in campionato: il digiuno più lungo con la Roma da febbraio 2016 (otto partite di Serie A ). E' un valore aggiunto in tutte le zone del campo perchè può giocare sia al centro dell'attacco che a supporto del centravanti".

La livrea della nuova Alfa Romeo Sauber Team sarà bianco-rossa, con in grande evidenza il marchio della casa automobilistica milanese, che come ha confermato Marchionne aiuterà la scuderia anche sul piano economico.

Vedremo se si tratterà solo di una sponsorizzazione mirata esclusivamente al marchio e all'aspetto commerciale, oppure se vi sarà un coinvolgimento tecnologico più profondo al di là dell'adottare un propulsore Ferrari rebrandizzato, in questo che sarà comunque un accordo pluriennale con la squadra di Hinwil. E ovviamente non sono mancati Jean Todt ("il contributo di Alfa e Sauber è essenziale per il futuro della F1") e Chase Carey, in rappresentanza di FIA e Liberty Media. L'operazione F1, di marketing ma non solo (è previsto un travaso di ingegneri sull'asse italo-svizzero) fa parte di un programma già partito con il varo la gamma stradale di Giulia e Stelvio, vetture ai vertici dei rispettivi segmenti.

Share