Alfano: "Non mi candiderò alle prossime elezioni"

Share

Alfano ha parlato durante le registrazione della puntata della trasmissione Porta a Porta che andrà in onda questa sera. "Dal 5 di marzo, se si voterà il 4, non sarò ne ministro ne deputato". "Hanno influito anche gli attacchi ingiusti contro di me", ha detto il leader di Ap, riferendosi alle accuse di essere legato alla poltrona. "Ritengo ci siano dei momenti in cui vadano fatti dei gesti, voglio dimostrare che tutto ciò che abbiamo fatto è stato motivato da una profonda responsabilità verso il paese".

Juventus, Allegri: "Ci manca un po' di lucidità. Dybala deve restare calmo"
In Europa è sempre difficile vincere e dopo l'1-0 abbiamo avuto altre occasioni per chiudere le partite e bisognava farlo. Vittoria contro l'Olympiacos , approdo agli ottavi di finale di Champions e polemica bianconero.

"Da quanto abbiamo capito - ha aggiunto Alfano -, sarà una dichiarazione abbastanza articolata, e riguarderà complessivamente la vicenda non solo di Gerusalemme, ma del processo di pace in Medio Oriente". "Oggi e' il momento di dirlo con un gesto e di dirlo con grande chiarezza". Alla fine del 2013, infatti, dopo la decadenza di Silvio Berlusconi dalla carica di senatore, ha scelto di abbandonare Forza Italia per fondare il Nuovo Centro Destra (e successivamente Alternativa Popolare), continuando a sostenere l'esecutivo di centrosinistra, prima a guida Letta, poi Renzi.

Share