Alternanza Scuola-Lavoro: gli 'Stati generali' del 16 dicembre

Share

Dagli Stati Generali dell'Alternanza del MIUR arriva una novità: l'alternanza scuola-lavoro ha una Carta dei diritti e dei doveri che regola i rapporti di apprendimento in ambito lavorativo e tutela gli studenti, che possono segnalare eventuali criticità.

L'introduzione della Carta dei diritti e dei doveri delle studentesse e degli studenti in Alternanza, Mille nuovi tutor per supportare le scuole nella costruzione di percorsi di qualità.

Si specificano modi, tempi e obblighi di frequenza dell'Alternanza da parte degli studenti: in particolare, per essere considerata valida, devono essere frequentati almeno i tre quarti delle ore totali previste dall'accordo fra scuola e struttura ospitante.

Sono partite ieri le lettere ai Dirigenti Scolastici delle Scuole Secondarie di II grado della Provincia di Rieti per informare sul nuovo progetto che vede coinvolta la Uil Csp di Rieti e il comparto Scuola.

Verona Milan 3-0, Gattuso si scusa: 'Una figuraccia'
Il peggiore in campo è stato invece Suso (3), il quale è stato anche espulso nel finale grazie al Var. Abbiamo fatto una buona partita, ma al primo problema siamo andati in difficoltà.

Si stabilisce la presenza, all'interno di ciascun Ufficio Scolastico Regionale, di una Commissione per l'alternanza scuola-lavoro che resti in carica due anni per vigilare sulla corretta applicazione delle norme da ambo le parti (scuola e istituzioni ospitanti). "Della formazione personale e culturale dei liceali non c'è quasi più traccia in quella che sembra essere una involuzione terrificante".

Gli studenti, inoltre, sono tenuti alla riservatezza rispetto a dati e informazioni di cui possano entrare in possesso durante il loro periodo di permanenza all'interno dell'azienda.

"Abbiamo sfilato in città come Roma, Ascoli Piceno, Frosinone, Nardò e messo in atto flash mob di protesta in tutte le regioni della penisola", continua la nota, rivendicando i buoni risultati elettorali ottenuti nelle scuole italiane, che sono "il riconoscimento della costanza di tutti i nuclei nel portare avanti battaglie fondamentali per affermare principi cardine dei diritti degli studenti". A sostenere le scuole, anche 1000 tutor ANPAL, i primi dei quali saranno operativi già da gennaio.

Piu in dettaglio, la Piattaforma collega i sistemi informativi del Ministero con il Registro Nazionale dell'Alternanza scuola-lavoro, semplificando l'incontro tra domanda e offerta, rendendo tracciabile il processo di contatto, e dando l'opportunità di sapere chi è e che cosa fa il partner con cui co-progettare percorsi di Alternanza.

Share