Amazon diserta l'incontro con i sindacati, possibili nuovi scioperi

Share

La scelta di Amazon di non presentarsi "non è accettabile ed evidenzia una mancanza di rispetto nei confronti di un'istituzione che in queste settimane sta mettendo in campo tutte le azioni possibili per allentare le tensioni ed entrare rapidamente in una fase negoziale" afferma il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, la piacentina Paola De Micheli, secondo cui "le modalità del tutto legittime e pacate con le quali tali richieste sono state sottoposte alla proprietà denotano la maturità del sindacato e la sua capacità di fare sintesi, anche nel contesto industriale per molti versi innovativo rappresentato da Amazon sul territorio piacentino".

Nuovo sciopero per i dipendenti Amazon di Piacenza: azienda e sindacati nuovamente pronti a far valere le proprie ragioni. È ancora scontro al magazzino di Castel San Giovanni (Piacenza) di Amazon, dopo che il colosso dell'e-commerce non si è presentato all'incontro, già rimandato due volte, convocato in mattinata in Prefettura a Piacenza.

Trieste, assalto in villa: proprietario muore durante la rapina
Un contributo alle indagini potrà forse arrivare dalla testimonianza della moglie della vittima, anche lei aggredita dai banditi. Il corpo del padrone di casa 70enne è stato ritrovato senza vita questa mattina da degli operai impegnati in lavori in zona.

"Se i vertici della multinazionale si sentono 'sotto pressione' tanto da evitare vigliaccamente un incontro con i sindacati, che poteva essere risolutivo, di sicuro si va ulteriormente a inasprire il rapporto con i propri dipendenti, già ampiamente compromesso", si legge in una nota. E' grazie alle forze dell'ordine che ci hanno accompagnato dentro l'azienda se siamo riusciti a incontrare in assemblea i lavoratori, per questo ringraziamo il questore di Piacenza e i carabinieri. La rappresentanza del colosso americano che ha sede a Castelsangiovanni non si è infatti presentata all'incontro organizzato nella mattina del 20 dicembre in prefettura a Piacenza. 'Troppa pressione', hanno fatto sapere al prefetto i dirigenti Amazon, probabilmente anche per l'annunciata presenza di un presidio di lavoratori davanti alla Prefettura (che pero' e' stato annullato). Un incontro che segue al summit dei giorni scorsi in cui fra azienda e sindacati si e' giunti a un nulla di fatto sul tema del contratto integrativo (chiesto dai sindacati ma con amazon che non intende sviluppare la cosa) e sulla richiesta di nuove condizioni contrattuali e di lavoro all'interno dello stabilimento.

Molto duro Paolo Capone, segretario generale dell'Ugl, che si dice pronto a sostenere i lavoratori che volessero iniziare a scioperare sotto le festività.

Share