Artigiano ucciso a Sestri Levante, arrestati la moglie e il nuovo compagno

Share

I due sono accusati di omicidio aggravato dalla premeditazione, ed avrebbero agito per odio. Olivieri era stato trovato morto con la testa fracassata e una fascetta di elettricista stretta intorno al collo, il 23 Novembre scorso nello scantinato del palazzo in cui abitava, a Sestri Levante.

Al termine di un'indagine durata pochi giorni, gli investigatori della Mobile hanno arrestato la moglie della vittima, una brasiliana di 35 anni dalla quale l'uomo si stava separando, e il suo nuovo compagno, un italiano di 45 anni, entrambi pregiudicati.

La morte di Antonio Olivieri, molto conosciuto a Sestri Levante perché gestore di una pagina Facebook dalla quale denunciava i problemi della cittadina rivierasca, a lungo anche attivista del Movimento Cinque Stelle, aveva destato profondo scalpore nel levante ma anche a Genova, dove abita e vive la sorella della vittima.

Tra l'ex artigiano e la donna, ormai alla separazione in Tribunale, non correvano buoni rapporti e le denunce scambiate tra i due ne sarebbero la testimonianza.

Catalogna: Madrid ritira il mandato arresto per Puigdemont
Il reato di ribellione, per il quale Puigdemont è indagato in Spagna, non trova infatti corrispettivi a Bruxelles. Il giudice spiega che i mandati individuali non si possono spiccare per reati commessi come gruppo.

Svolta nell'omicidio dell'imbianchino di Sestri Levante.

A spingere l'uomo ad uccidere potrebbe esserci anche una questione economica. Nelle prove a loro carico una serie di sms scritti il giorno prima della morta di Olivieri, in particolare un messaggio in cui Ginocchio chiedeva alla compagna di cancellare tutta la loro corrispondenza sul caso.

La 35enne è stata condotta presso la Casa Circondariale di Genova Pontedecimo mentre il 45enne è stato associato presso il carcere di Marassi.

Share