Attentato Kabul, kamikaze contro agenzia stampa: 40 morti

Share

A riferire tale notizia è stata un'altra agenzia stampa, "Pajhwok".

Il numero dei morti e dei feriti è stato confermato ai giornalisti dal portavoce del Ministero dell'Interno e anche dai responsabili dell'ospedale Istiqlal della capitale afghana.

Il presidente afghano, Ashraf Ghani, ha duramente condannato l'attacco definendolo un crimine contro l'umanità: "Con l'attacco odierno, e con quelli contro moschee e centri culturali, i terroristi commettono crimini contro l'umanità, con atti che sono contro tutti i principi islamici ed umanitari". "Ci sono state due esplosioni: non conosciamo ancora l'obiettivo dell'attacco, ma l'Afghan Voice Agency e' nella zona dell'attacco", ha detto il portavoce del ministero dell'Interno, Najib Danish. Via Twitter, i talebani hanno escluso qualsiasi loro coinvolgimento.

Crotone-Napoli, Zenga: "Pressano pure i raccattapalle. Sarri? Sono un suo tifoso"
Giocare contro avversari come il Napoli è stimolante, ti porta a confrontarti con i grandissimi del calcio. Walter Zenga ha parlato nella consueta conferenza stampa che precede il prossimo impegno in campionato.

Questo è solamente l'ultimo caso di attentato a Kabul.

Da pochi minuti è ufficiale, l'Isis ha rivendicato l'attacco di oggi a Kabul dove un kamikaze si è fatto esplodere nella Direzione nazionale della sicurezza (Nds, servizi di intelligence) che ha causato la morte di sei persone e il ferimento di altre tre.

Almeno 40 persone sono morte in un attentato suicida a Kabul, in Afghanistan. Il direttore dell'agenzia, Sayed Hasan Hussaini, ha reso noto che al momento dell'attentato nei locali era in corso una riunione di studenti. La rivendicazione è venuta all'inizio del pomeriggio attraverso l'Amaq, agenzia di stampa del gruppo terroristico.

Share