Damian Green si dimette, Theresa May rimane senza il suo numero 2

Share

Terremoto a Downing Street.

Il vicepremier britannico, il conservatore Damian Green, si è dimesso in seguito a una serie di accuse di molestie in cui è coinvolto. Il primo novembre lo aveva accusato di molestie anche la reporter Kate Maltby. In particolare la Bbc, citando Downing Street, riferisce che Green si e' dimesso dopo aver riconosciuto di aver fatto dichiarazioni "inaccurate e ingannevoli" sul materiale pornografico - non di natura pedopornografica - trovato sul suo pc personale nel 2008 nel suo ufficio ai Comuni.

Lo stesso giorno, la premier Theresa May ha accettato le dimissioni di Green, dicendosi "dispiaciuta", ma sottolineando che i suoi atti hanno certamente violato il codice di condotta dei ministri.

Uccise a Catania 3 persone per "vendere" loro funerali
L'ambulanza della morte avrebbe agito negli interessi del clan Mazzaglia-Toscano-Tomasello e del clan Santangelo di Adrano . Le vittime sono una donna e un uomo molto anziani, e un 55enne deceduto nel 2015.

Green era stato accusato di aver abusato di almeno due donne, un'attivista e una giornalista. Nella sua lettera di dimissioni Green ha chiesto scusa per le sue azioni.

Come si sa, la premier britannica ed il suo numero due sono legati da un rapporto di profonda stima ed amicizia fin dagli anni della gioventù.

Il Mail, oltre a quello di Green, lasciava trapelare altri quattro nomi di conservatori fra le numerose righe nere tipiche degli omissis.

Share