Fatturazione a 28 giorni: Agcom multa TIM, Vodafone, Wind e Fastweb

Share

Agcom ha infatti punito le compagnie telefoniche che continuano a emettere bollette a 28 giorni invece che mensili con una pesante sanzione da 1,16 milioni di euro per ogni operatore.

AGCOM, il principale ente italiano che tutela i diritti dei consumatori, ha ingaggiato una dura lotta contro le compagnie telefoniche, colpevoli di non essersi adeguate alla legge dello Stato; nella fattispecie, il Consiglio dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha deliberato una multa consistente per gli operatori TIM, Vodafone, Wind Tre e Fastweb.

È quanto rende noto una nota dell'Autorità che ha anche "emanato apposite linee guida concernenti la propria attività di vigilanza dell'attuazione, da parte degli operatori, delle disposizioni, recate nella suddetta materia, dal decreto legge n.148 del 2017". Per gli operatori la multa dovrebbe essere dunque pari a 1,16 milioni di euro ciascuno.

Antonia Klugmann, cucina è un luogo di grande libertà
Domani , giovedì 21 dicembre 2017, riparte l'avventura di MasterChef Italia con grandi novità, a partire da una new entry tra i giudici . "Non hanno fatto grandi acquisti sul mercato, ma sono lì".

Agenpress. Una multa giusta nelle intenzioni, perché ribadisce l'assoluta illegittimità dell'operato dei gestori telefonici, ma "ridicola" nella sua entità, perché per nulla proporzionata ai ricavi raccolti dalle aziende della telefonia grazie alla fatturazione a 28 giorni.

Il Codacons invita infine gli utenti a ribellarsi, presentando richiesta di rimborso alle compagnie telefoniche e alle pay-tv e chiedendo la restituzione delle maggiori somme pagate a causa delle fatturazioni a 28 giorni.

Sul sito dell'associazione è anche disponibile il modulo per avviare la procedura di rimborso dinanzi ai Corecom regionali: a questo link trovate tutte le informazioni.

Share