Federica Vincenti, amore finito con Michele Placido. "Troppa la differenza d'età"

Share

L'altra sua grande passione: proprio a settembre, la Vincenti, che lo scorso anno abbiamo visto sul palco del talent "The Voice", ha pubblicato il suo primo singolo, Sorry.

Sulle pagine del settimanale, l'attrice spiega che tra loro la differenza d'età "si è allargata, piano piano".

Insomma, un velato attacco sul piano 'caratteriale' al marito, ma con tutta la comprensione possibile: "Ma lo dico con la luminosa indulgenza di chi sa che non è colpa di nessuno: a 70 anni l'uomo della mia vita e padre di mio figlio resta l'uomo della mia vita e il padre di mio figlio anche nell'allontanarci, anche a stagione dell'amore finita, perché comunque resta che io ci sarò sempre per lui e lui ci sarà sempre per me, e questo ci fortifica".

Ghizzoni: "Boschi chiese di valutare acquisizione Etruria"
Unicredit il 29 gennaio ha comunicato ufficialmente ai vertici di banca Etruria che non era interessata ad acquistarla. Come ha osservato giustamente ieri sera il senatore Monti, procede spedita l'attività della commissione Boschi .

La moglie di Michele Placido ha confessato che già da tempo le cose non andavano bene tra i due e che Federica non voleva ascoltare i richiami del suo corpo, passava sempre davanti al suo pianoforte e lo vedeva pieno di ragnatele, aveva anche forti mal di stomaco e si sentiva senza energia. La prima esecuzione musicale sul palco del Sirena è stata la "Suite Cinema" ideata proprio del compositore cinematografico francavillese Davide Cavuti che ha reso omaggio ad uno dei padri della musica da film a livello mondiale, il maestro Alessandro Cicognini, francavillese anche lui. Continueremo a lavorare insieme.

Non solo è cambiato il corpo e le forze, ma è cambiata anche la testa - per Vincenti '(La vecchiaia) può togliere i pensieri e il ricordo a un uomo che ha fatto la cultura nel mondo al pari di mostri d'intelletto come Monicelli, Albertazzi' - e soprattutto i desideri e le voglie non sono più comuni. È raro che usciamo, ma l'altra sera per esempio eravamo a un concerto di Ermal Meta. Parla senza rimpianti o rancore Federica, ma con la consapevolezza di una donna che ha deciso di riprendere in mano la sua vita e affrancarsi dal pregiudizio onnipresente gettatole addosso da una società che l'ha sempre vista come 'la moglie di Placido' e mai come 'la donna e l'artista'. Oggi si è data Luna come nuovo nome.

La produttrice, attrice e cantante ha spiegato in una intervista a Vanity Fair, cosa è cambiato col passare degli anni nel rapporto di coppia. Ritiene che si sia fatta confusione tra sessualità e violenza: "Una cosa sono le avances, un'altra le molestie". A educare nostro figlio... Fino a farsi voragine, non a distruggerci, ma a governare lei.

Share