Feyenoord-Napoli 2-1, Sarri: "Devo risolvere i problemi offensivi"

Share

Ci è mancata velocità e movimento in avanti, loro si sono chiusi molto bene. Affidarsi al Manchester City senza stimoli e pieno di alternative in realtà era già in partenza un azzardo, ma il doppio colpo dello Shakhtar Donetsk nel giro di sei minuti (26' e 32') apparso sugli smartphone, tenuti costantemente sotto controllo dai tifosi del Napoli arrivati in Olanda e in panchina da alcuni collaboratori di Maurizio Sarri, ha di fatto reso completamente inutile la partita del de Kuip, così come il gol del 2-1 di Aguero su rigore in pieno recupero. Niente di tutto ciò: l'algerino si è legato al club di De Laurentiis fino al 2022, risolvendo una delle grane peggiori per Giuntoli. Siamo meno pericolosi se non facciamo determinati movimenti. Dove abbiamo mancato questa qualificazione? Penso che sia giunto qualcosa visto che per mezz'ora abbiamo fatto benissimo e poi dopo ci siamo spenti.

Molti hanno parlato della presunta crisi che la squadra sta attraversando: "Questi ragazzi hanno conquistato 206 punti in 91 partite". Ora dobbiamo pensare di risolvere i nostri problemini, soprattutto offensivi. È tutto il gruppo che sta vivendo questo momento, non sono solo io: tutti dobbiamo continuare a lavorare. La nostra forza è un gruppo fatto da 25 leader che ora deve rialzarsi dopo la prima sconfitta dopo tanti mesi: "vincere contro il Feyenoord è la migliore risposta che possiamo dare alle critiche piovute sul Napoli in questi giorni".

Il ponte gelido dell'Immacolata
Fiocchi mediamente oltre 600-1000m sui settori alpini interessati dai fenomeni, oltre 1300-1500m sull'Appennino centrale. Dopo alcune giornate di sole, torna il maltempo su Napoli e sulla Campania nel weekend del ponte dell'Immacolata .

ZIELINSKI IN - Per farlo Maurizio Sarri si affiderà al consueto blocco di titolarissimi, ma con qualche novità: in difesa spazio a Maggio e Hysaj sulle fasce, con Koulibaly e Chiriches al centro (in vantaggio su Albiol); a centrocampo si va verso una mediana fisica, con il trio Allan-Diawara-Hamsik favoriti per giocare dal primo minuto, con Zielinski che invece sarà avanzato in attacco come esterno alto a sinistra al posto dell'infortunato Insigne (out dopo 60 partite consecutive da titolare), per completare il tridente con Mertens e Callejon. Siamo ancora in testa, ma la strada è ancora lunga: noi non molleremo.

Share