I Vigili del fuoco festeggiano Santa Barbara, il bilancio del Comandante D'Eliseo

Share

Un lavoro intenso che, oltre a contemplare l'attività di soccorso ordinario, comprende anche la gran mole di interventi che i pompieri svolgono quotidianamente nelle zone duramente colpite dagli eventi sismici del 2016. Questi alcuni numeri delle attività svolte negli ultimi 12 mesi dai vigili del fuoco di Perugia. Roberto Toldo: "Nella sua forte simbologia legata alla torre, al fuoco ed alla morte nella difesa della fede, oggi è una giornata particolarmente significativa per tutti gli appartenenti al Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, in essa la devozione unisce la missione di vita e di professione, nella dimensione umana e religiosa, alla fede che Santa Barbara ha difeso fino all'estremo martirio, prigioniera nell'incendio della torre".

La cerimonia si è aperta intorno alle 10.15, con lo schieramento dei labari delle associazioni combattentistiche e d'arma e la deposizione di una corona presso la lapide dei caduti.

A seguire la Santa Messa officiata da S.E. Arcivescovo di Perugia e Città della Pieve, il Cardinale Gualtiero Bassetti e da Don Alessio FIFI - parroco della Parrocchia di S. Raffaele Arcangelo. Era presente il personale in servizio e quello libero da servizio, il Personale Volontario, Amministrativo, in pensione e le rispettive Famiglie.

Siria, Israele bombarda base iraniana vicino a Damasco
Caccia israeliani hanno bombardato "una base militare che l'Iran sta costruendo in Siria , a sud di Damasco ". Lo riferiscono fonti di stampa filo Assad , che ha spiegato che il raid è partito dallo spazio areo libanese.

"Non è solo una divisa a fare la differenza ma è anche la passione, la dedizione e la competenza con cui quest'opera viene svolta".

Dopo l'evento internazionale del G7 di maggio, che ha visti impegnati tutti i Vigili del fuoco della Sicilia a Taormina, allo scopo di assicurare un imponente dispositivo di soccorso, e che, tutto sommato, non ha prodotto criticità particolari, gli incendi più rilevanti sono iniziati già dal 30 giugno: "le elevate temperature e una notevole ventilazione, in presenza di vegetazione secca e molto sviluppata, hanno favorito incendi generalizzati in tutta la provincia, che hanno messo a rischio abitazioni, residenze collettive, luoghi di cura, insediamenti agricoli, artigianali e commerciali e il traffico delle principali infrastrutture autostradali".

Share