Intesa Sanpaolo, 9mila lavoratori in uscita

Share

Pare che circa 9.000 persone usciranno volontariamente, la banca ne assumerà 1.000 a tempo indeterminato e altre 500 verranno assunte secondo una formula mista cioè parte time più rapporto di lavoro autonomo. Un accordo che prevede l'uscita volontaria di 9mila persone e l'assunzione di 1.550 giovani e che dovrebbe garantire risparmi nelle spese del personale complessivamente di circa 675 milioni di euro annui a regime, ossia dal 2021.

Intesa Sanpaolo ha raggiunto con le organizzazioni sindacali un accordo sugli esuberi, sulle uscite volontarie e sulle nuove assunzioni. La banca ricorda che sono state presentate circa 7.500 domande di uscite volontarie nell'ambito del Fondo di Solidarieta', con le ultime uscite previste entro il 30 giugno 2020.

Caso Etruria, Ghizzoni: "Nessuna pressione da parte del ministro Boschi"
Il colloquio fu "cordiale, non avvertii pressioni da parte della ministra". "Risposi che stavamo esaminando la situazione". Sono molteplici, infatti, le iniziative di natura professionale che abbiamo promosso o verificato insieme.

L'istituto procederà inoltre a 1.000 nuove assunzioni a tempo indeterminato, prestando attenzione alla Rete, alle Aree svantaggiate del Paese e ai nuovi mestieri, comprese assunzioni di categorie protette (collocamento obbligatorio) e tenendo conto delle persone con contratto a tempo determinato a oggi in servizio. Le 9 mila uscite saranno cosi' suddivise: 1.500 provenienti dal Gruppo Intesa Sanpaolo, che hanno gia' maturato i requisiti pensionistici, entro il 31 dicembre 2018; mille provenienti dalle ex Banche Venete e 3 mila dal Gruppo Intesa Sanpaolo nell'ambito del Fondo di Solidarieta', entro il 30 giugno 2019; 3.500 provenienti dal Gruppo Intesa Sanpaolo nell'ambito del Fondo di Solidarieta', entro il 30 giugno 2020.

Le assunzioni si vanno ad aggiungere alle 150 già concordate con i sindacati il 1° febbraio 2017 e alle circa 100 assunzioni a tempo indeterminato rivolte ai tempi determinati in servizio presso i rami di attività delle ex banche venete al 25 giugno 2017.

Share