Istat, Italia sempre più Paese di single con una lunga vita

Share

Una spesa in più alle casse di supermercati e negozi che, a conti fatti, rischia di avere un peso non indifferente sul budget delle famiglie.QUANTO COSTERANNO - Ciascun sacchetto, che dovrà essere biodegradabile e compostabile, secondo i primi rumors, dovrebbe costare da 2 centesimi fino a un massimo di 10, ossia quanto costa la shopper per la spesa che viene venduta alla cassa. Tra i lettori forti (quelli che leggono almeno un libro al mese, ovvero il 14,1% della popolazione) il 45% è andato almeno una volta a teatro, il 69,4% almeno una volta al cinema, il 57,6% almeno una volta al museo, il 25,1% a vedere almeno una volta un concerto di musica classica, il 35,8% almeno una volta a vedere un concerto. Cala anche il numero delle pensioni, ma la relativa spesa sale. E sul fronte salute resta ancora il divario fra Nord e Sud.

Un paese di vecchi e di single.

Benvenuti in Italia: nascite in calo, aumentano single e anziani. È quanto emerge dal rapporto Istat 2017. Torna la speranza di vita alla nascita: riprende a crescere e passa da 80,1 a 80,6 anni per gli uomini e da 84,6 a 85,1 per le donne.

Stiamo correndo verso le elezioni, ma agli italiani questa corsa sembra interessare poco, sempre più disaffezionati alla politica, l'Istat ci dice che uno su tre non ne parla proprio mai, un picco che raggiunge il 53 per cento tra i giovanissimi (14-17 anni) che pure dovrebbero accendersi per le passioni. Aumentano le famiglie composte da una sola persona (da 20,5 a 31,6%) e si riducono quelle di cinque o piu' componenti (da 8,1 a 5,4%). Nel volgere di 20 anni, spiega l'istituto di statistica, il numero medio di componenti in famiglia è sceso da 2,7 (media 1995-1996) a 2,4 (media 2015-2016).

Apple: in 2017 stipendio Cook aumentato del 47% a 12,8 mln
A questo si aggiungono i timori degli analisti per le vendite dell'iPhone X , che potrebbero risultare il 40% inferiori alle attese.

Spesa più cara dal primo gennaio - Dal primo gennaio anche i sacchetti utilizzati per imbustare frutta e verdura, carne, pesce, affettati, ma anche prodotti di panetteria, dovranno essere pagati.

Al 31 dicembre 2016, la popolazione residente in Italia era pari a 60.589.445 unità (29.445.741 maschi e 31.143.704 femmine), oltre 76 mila unità in meno rispetto all'inizio dell'anno. Analizzando la distribuzione territoriale, è evidente che il decremento maggiore si ha al Sud e Nelle Isole, mentre la maggior parte dei residenti si trova al Nord-ovest. È solo nel Nord-est che la percentuale più elevata di cittadini stranieri (il 28,6 per cento) proviene dall'Europa centro-orientale.

Se da un lato in media la soddisfazione generale aumenta, dall'altro però si assiste all'aumento delle famiglie in condizioni di povertà assoluta, pari a 1,6 milioni per un totale 4 milioni e 742mila persone, il 7,9% della popolazione. Diminuisce pertanto il tasso di natalità: 12.342 i bambini in meno rispetto all'anno precedente, il che ha posto l'Italia tra i Paesi con fecondità più bassa a livello internazionale. L'incidenza di povertà assoluta è più elevata fra i minori (12,5%) e raggiunge il suo minimo fra le persone di 65 anni e più (3,8%). Nei comuni centro di area metropolitana si paga mediamente un affitto pari a 481,49 euro mensili, circa 90 euro in più rispetto alla media osservata nei comuni periferia delle aree metropolitane o con almeno 50mila abitanti e 130 euro in più dei comuni fino a 50mila abitanti che non fanno parte delle aree metropolitane. Nel periodo 2013-2015 il numero di medici di base è leggermente calato (-1,2%), pressoché stabile il numero di pediatri (-0,5%). La spesa destinata dalle famiglie italiane alla cultura e al tempo libero rimane, in percentuale sulla spesa complessiva per consumi, pressoche' invariata (poco meno del 7%). Il dato rivela dunque che, nel 2016, solo 4 italiani su 10 (circa 23 milioni di persone) sopra i 6 anni hanno letto almeno un libro fuori dall'ambito scolastico o professionale, con una percentuale più alta tra le donne (il 47,1% contro il 33,5% degli uomini).

In calo omicidi e furti ma crescono le truffe. Si punta così a reprimere pratiche illegali tanto dannose per l'ambiente come quella dell'uso, per eludere la legge sugli shopper, di diciture quali 'sacchetti a uso interno'.

Share