Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate? I rischi dopo 7 giorni

Share

Funghi e batteri: ecco quante volte cambiare le lenzuola per non ammalarsi.

Funghi e batteri: le lenzuola del letto choc.

Meghan Markle e gli scheletri nell'armadio, in passato faceva la spogliarellista?
Inutile girarci intorno, quello del Principe Harry e di Meghan Markle sarà il matrimonio dell'anno. Kate, essendo la futura regina, rischierebbe di oscurare la sposa.

A parlare è Philip Tierno, microbiologo dell'Università di New York. Cosa succede se non seguiamo il suo consiglio?

Tra i vari rischi che si corriamo vi sono sintomi tipici delle malattie respiratorie come raffreddore e gola irritata, nonostante non si soffra di alcun tipo di allergia. Per questo dopo una settimana le nostre lenzuola diventano "pericolose". Può darsi anche che andare a dormire in un letto pulito e profumato abbia ripercussioni positive sul problema dell'insonnia. Basti solo tener conto che in media un essere umano produce 26 litri di sudore ed è risaputo che l'umidità rappresenti un ottimo terreno di coltura per la proliferazione dei funghi. Infine, a proposito di cuscini, una ricerca pubblicata qualche tempo fa ha contato il numero di funghi diversi che vi si annidano: sono ben 17. Idem per le lenzuola: tra le loro pieghe si trovano infatti i microbi prodotti principalmente da noi visto che il nostro corpo è una fucina di funghi che emaniamo tramite sudore, starnuti, colpi di tosse, secrezioni vaginali e anali. Senza considerare che chi possiede un animale nella propria casa è più esposto a trovare, nel proprio letto i fastidiosi acari della polvere o i peli dell'animale. Si consiglia, infatti, di lavare il pigiama almeno una volta a settimana per prevenire il rischio di infezioni da microbi dannose per la nostra salute.

Share