Paolo VI: primi sì al miracolo, sarà presto santo

Share

A questo punto è necessario che sullo stesso miracolo si esprimano i cardinali della Congregazione e, infine, il Papa. La notizia è stataufficializzata dalla Diocesi di Brescia. Il miracolo attribuito all'intercessione di Giovanni Battista Montini circa la guarigione di un feto in età prenatale nel 2014 è stato approvato. La mamma in attesa a rischio aborto, della provincia di Verona, venne a pochi giorni dalla beatificazione di Montini a Brescia, presso il Santuario delle Grazie, per pregare il Papa appena beatificato. Dopo di che sarà Papa Francesco a decidere la data della canonizzazione e ad ufficializzarla in un Concistoro. Un miracolo dunque legato alla vita nascente: sembra un segno della Provvidenza che la canonizzazione di Paolo VI possa giungere nel 2018, a 50 anni esatti dalla promulgazione dell'ultima enciclica del Pontefice bresciano, l'"Humanae Vitae", che porta la data del 25 luglio 1968. Il mese di ottobre potrebbe essere quello giusto. Negli ambienti dellapostulazione si confida che potrà essere nel 2018, con ogniprobabilità ad ottobre. "A lui affidiamo l'anno che verrà".

Napoli, il primo acquisto è Machach
Il nome fu scelto da suo fratello, tifoso di Zizou che all'epoca giocava al Bordeaux. Ieri ha bloccato Amato Ciciretti , oggi ha chiuso per un altro giocatore.

La rivista non riporta il nome: secondo le indiscrezioni trapelate la piccola si chiama Amanda ed è sopravvissuta alcuni mesi nonostante la rottura della placenta. Papa Montini era stato proclamato beato il 19 ottobre 2014."Dopo i medici e i teologi resta ancora qualche passo da fare: il passaggio nella commissione dei cardinali, l'approvazione di papa Francesco e il concistorio con l'annuncio ufficiale" scrive la Voce del Popolo.

Share