Perisic: E ora a Torino per vincere. E "sfratta" Valentino Rossi

Share

Per la seconda volta nella sua storia l'Inter guadagna 39 punti dopo 15 giornate di Serie A (2006/07, in quell'occasione poi vinse lo scudetto).

Con una tripletta, Ivan Perisic lancia l'inter in vetta e si porta il pallone a casa.

Presenza numero 100 per Davide Santon con l'Inter in tutte le competizioni. E così il Chievo si presenta al Meazza con una difesa molto esperta (36 anni di media tra portiere e i 4 difensori) e una mediana invece giovanissima composta dal classe '97 Fabio Depaoli, dal classe '96 Samuel Bastien ai lati del "vecchio" Nicola Rigoni (27 anni). Per lui tutti i giocatori sono importanti e questo l'abbiamo visto oggi, in questa gara hanno giocato alcuni giocatori che avevano avuto poco spazio e hanno fatto benissimo. " Lui è stato importantissimo per convincermi a restare questa estate all'Inter ". "Spalletti uomo in piu'?"

Ancelotti: "Non voglio allenare la Nazionale. Mi piacerebbe tornare in Italia"
Tornare ad allenare in Italia? "Manca qualità? Allora servono i vivai da rimodellare, se c'è altro allora cambiamo il tutto". La Federazione deve essere predominante rispetto ai club. "Non ho avuto contatti con Tavecchio, ma con altri esponenti".

La tripletta e il match di sabato contro la Juventus: "Non è importante chi fa gol, ma è importante la squadra e il risultato finale".

Se ci si attendevano risposte soprattutto dall'inedito centrocampo interista, contro il Chievo le risposte sono arrivate e sono tutte positive per i tifosi nerazzurri. Convinto delle seconde linee Ranocchia e Joao Mario?

Se il 3-0 di Ivan Perisic arriva da uno dei tanti, insoliti, errori in disimpegno dei giocatori gialloblu, il gol del poker arriva invece da una "escursione offensiva" del difensore centrale Milan Skriniar che mette in rete di testa un preciso cross di Antonio Candreva (7° assist della stagione) suggellando così l'ennesima prestazione importante della sua avventura in nerazzurro.

Share