Serie A, Sampdoria-Lazio 1-2: Milinkovic-Caicedo, i biancocelesti espugnano Marassi

Share

Colpo grosso della squadra di Inzaghi che vince 2-1 con un gol in pieno recupero di Caicedo e porta a sei le lunghezze di vantaggio proprio sui blucerchiati che restano in sesta piazza, inseguiti da un bel gruppetto di pretendenti all'ultimo posto per l'Europa, tra questi Fiorentina, Milan e Atalanta. Il desiderio è rimanere con loro, sappiamo che è difficile perché hanno altri budget e altre rose.

TANTE EMOZIONI, ZERO GOL - Primo tempo emozionante al Ferraris dove Samp e Lazio si affrontano a viso aperto dando vita a una bella partita. I biancocelesti però sono come il diesel, a cui serve un po' di tempo prima di carburare al meglio, tanto che l'occasione migliore della prima frazione è un tiro-cross del solito Luis Alberto, respinto nei pressi della linea di porta col tacco da Bereszynski che anticipa in maniera decisiva Bastos, appostato ottimamente.

ILLUSIONE ZAPATA, FESTA LAZIO - Nella ripresa è sempre l'undici ospite a rendersi pericoloso con un palo colpito da Parolo, ma pochi minuti più tardi sul fronte opposto Zapata raccoglie una sponda di Quagliarella e a tu per tu con Strakosha non sbaglia.

Sinistra, nasce la lista unitaria. Grasso: "Tocca a noi, io ci sono"
D'Alema poi risponde agli appelli arrivati in queste ore all'unità del centrosinistra, giunti dal Pd: "Appelli tardivi". Tocca a noi offrire una nuova casa a chi non si sente rappresentato.

La Samp si illude con Zapata di poter infilare la settima vittoria consecutiva casalinga, ma non fa i conti con il cuore di una Lazio che tra l'80' e il 91′ la ribalta con Milinkovic-Savic e Caicedo, tornando a volare alto dopo aver collezionato un punto nelle ultime due partite.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Murru; Barreto, Torreira, Praet (39′ st Verre); Ramirez (32′ st Alvarez); Quagliarella (25′ st Kownacki), Zapata. (1 Puggioni, 92 Tozzo, 3 Andersen, 6 Dodò, 7 Sala, 9 Caprari, 10 Djuricic, 19 Regini, 28 Capezzi). Angoli: 6 a 5 per la Lazio. - 35′ st: punizione da destra di Luis Alberto, Parolo di testa rimette in mezzo e, dopo un rimpallo Milinkovic-Savic, è il più veloce a ribadire in rete dall'area piccola un pallone vacante. Recupero: 0′ e 4′.

NOTE: Ammoniti: Immobile (L).

Share