Serie B: Perugia-Ascoli 1-0, Falco beffa i bianconeri al 91'

Share

ASCOLI (5-3-1-1): Lanni; Mogos, De Santis, Mengoni, Gigliotti, Cinaglia; Addae, Buzzegoli (86' Carpani), Bianchi; Lores Varela (71' De Feo); Santini (71' Perez ). Non arrivano occasioni particolarmente importante nemmeno per gli ospiti, che però ci provano da fuori con Cinaglia al 13' e con Bianchi al 20': il suo tiro dal limite dell'area, al termine di una bella azione manovrata, finisce alto sopra la traversa. Ma soprattutto fino al 91′, quando Falco coglie l'invito di Cerri e consegna al Perugia i tre punti. Al 10′ un tiro dell'Ascoli.

Napoli, Ghoulam: "Non parlo del mio futuro". Milik. "Credo di restare"
Spero di tornare il più veloce possibile per aiutare la squadra, ma devono fare bene anche senza di me e Milik . Rientro? Sono concentrato sul lavoro quotidiano, è difficile dire una data: ho un'idea, ma la tengo per me.

Nel secondo tempo il copione non cambia: l'Ascoli si mantiene la squadra vivace vista all'opera nella prima parte di gara, il Perugia ci prova ma senza molta convinzione e con poco ordine. Un bel sospiro di sollievo per un Grifo che ora si trova a metà del guado: play off e play out sono lontani quattro punti. Al 55' sussulto del Perugia: una conclusione da dentro l'area di Di Carmine sfiora il palo, ma l'attaccante era stato segnalato in fuorigioco. Al 65′ han anticipa tutti in area ma al momento di calciare spreca tutto con un colpo di tacco fuori misura, passano 2 minuti e Colombatto calcia col destro ma Lanni si salva compiendo un ottimo intervento. Cinque minuti dopo è l'Ascoli ad andare vicino al gol del vantaggio: Cinaglia, sull'ennesimo cross di Mogos, aggancia un pallone in area ma colpisce male da distanza ravvicinata e Rosati blocca facilmente. Il neo entrato controlla di sinistro e fulmina Lanni con il destro. 1-0. Un posticipo di primaria importanza per i Grifoni che, privi dello squalificato Volta e dell'infortunato Belmonte, dovrà cercare il risultato pieno ai danni dell'ultima in classifica per abbandonare la scomoda posizione di classifica che li vede stazionare a ridosso della zona playout. L'Ascoli resta ultimo: il digiuno continua.

Share