Time: sono le "Silence Breakers" del movimento #MeToo la "persona dell'anno" 2017

Share

Donne che hanno trasformato l'hashtag #meetoo in un movimento, diventato poi, lo ricorda Time nella motivazione del riconoscimento "una sorta di resa dei conti collettiva: nata però come atto di coraggio individuale".

Il movimento è nato sulla scia del caso di Harvey Weinstein, il potente produttore cinematografico accusato di molestie sessuali da diverse attrici di Hollywood. "Ci sono individui che ispirano il mondo e queste donne hanno spinto tutti a smettere di accettare l'inaccettabile". Senza dimenticare la reginetta del pop Taylor Swift, che lo scorso agosto ha ottenuto la condanna in tribunale del dj David Mueller, che le aveva palpato il sedere dopo un suo concerto a Denver nel 2013.

Le persone dell'anno sono le donne che hanno denunciato gli abusi sessuali.

"Questo è il cambiamento sociale più rapido che abbiamo visto lungo i decenni, è iniziato con singoli atti di coraggio da parte di centinaia di donne - e anche di alcuni uomini - che si sono fatti avanti per raccontare le loro storie", ha commentato oggi il direttore di Time Edward Felsenthal al programma Today della NBC.

"Grande Fratello Vip": Daniele Bossari è il vincitore della seconda edizione!
Solo qualche anticipazioni ma almeno la conferma che Damante è pronto davvero per fare il grande passo. Penultima eliminazione: a uscire è Ivana , che lascia Luca e Daniele al ballottaggio finale .

Al secondo posto della classifica che vede in testa #MeToo, il presidente Donald Trump, uomo copertina nel 2016.

I movimenti dei social network approdano sul TIME, la prestigiosa rivista americana che ogni anno assegna il titolo di personaggio dell'anno da inserire sulla copertina dell'ultimo numero dell'anno.

"Mi ha chiamato Time per dirmi che sarei stato probabilmente nominato persona dell'anno di nuovo, ma che avrei dovuto rilasciare un'intervista e fare un servizio fotografico. Time non rivela la sua scelta fino alla pubblicazione del 6 dicembre".

Share