Toldo: "Da oggi la vita di Brignoli cambierà"

Share

Probabilmente l'Inter arriva nella sfida di sabato sera nelle migliori condizioni psicofisiche, dato che il morale della squadra è alto come non lo è mai stato ultimamente e poi come è noto, i meneghini non hanno coppe da giocare nella settimana, potendosi concentrare così solo sul campionato, mentre la Juventus domani sera affronterà l'Olympiakos in Champions League, match che scaricherà mentalmente la formazione di Allegri, dato che i bianconeri si giocheranno ad Atene il passaggio del turno.

"Juventus-Inter sarà una bellissima partita in cui a vincere sarà senz'altro lo spettacolo".

Morales califica como legítimas a autoridades judiciales electas en Bolivia
A criterio de Morales, los resultados parciales muestran además que la oposición fracasó, porque apuntaba a lograr 70 por ciento del voto nulo.

In questo momento Juve ed Inter si affrontano rispettivamente dal terza e da prima in classifica, con il Napoli secondo a guardare la partita sperando in un pareggio, in modo da poterne approfittare. Nessuno toglierà la gamba, i media la pomperanno da oggi sino a sabato ma alla fine vincerà il calcio e, con la Var, il più forte. Ora non ci sono più scuse e sospetti. "Il percorso dei nerazzurri è davvero notevole - ha continuato Toldo - La squadra è solida e Spalletti sa il fatto suo". Ieri contro il Chievo sono scesi in campo Ranocchia (ex nazionale azzurro), Brozovic (titolare della nazionale croata) e Joao Mario (campione d'Europa pagato 40 milioni) e sono rimasti in panchina Eder (nazionale azzurro, seppure in disgrazia), Nagatomo e giovani interessanti come Karamoh e Dalbert: se a Spalletti arriverà qualche regalo anche a gennaio, l'Inter - unica ancora imbattuta - resterà una delle grandi candidate allo scudetto, soprattutto se Icardi continuerà a segnare con questo ritmo (16 gol in 15 partite) e se Perisic (ieri tripletta) e Candreva lo sosterranno con la stessa fantasia e generosità del girone di andata.

"Il mio gol contro la Juventus?". Tutta l'Italia calcistica è stata con lui e con il Benevento come fosse una favola calcistica. Fui io a toccarla per ultimo, anche se assegnarono la rete a Bobo che stava lottando per la classifica cannonieri.

Share