Usa: "Corea del Nord responsabile del cyberattacco WannaCry"

Share

A puntare ufficialmente il dito contro il paese asiatico è Thomas P. Bossert, consigliere di Donald Trump sulla sicurezza nazionale che parla di "un alto livello di certezza" in merito alle nuove accuse: WannaCry è un'operazione riconducibile a Lazarus Group, famigerato collettivo di hacker black hat che si ipotizza sia appunto alle dipendenze di Pyongyang. Anche il Regno Unito attribuisce l'attacco alla Corea del Nord e Microsoft ha ricostruito l'evolversi dell'attacco fino alle affiliate informatiche del governo nordcoreano", precisa Bossert "Le conseguenze e le ripercussioni di WannaCry sono andate oltre l'economico. Infatti, "altri governi e società private - si legge - sono d'accordo con noi".

"Come abbiamo chiaramente affermato in diverse occasioni, non abbiamo nulla a che fare con l'attacco informatico WannaCry e non i sentiamo in dovere di rispondere, caso per caso, alle accuse assurde degli Stati Uniti" ha affermato il portavoce in una dichiarazione rilasciata all'Agenzia di Stampa Kcna. La Corea del Nord, precisa il consigliere di Trump, "continua a minacciare l'America, l'Europa e il resto del mondo non solo con le sue aspirazioni nucleari".

Belen e Iannone, passione nei camerini: ecco dove
Stesso discorso per Jeremias: "Anch'io avrei solo un desiderio: vorrei diventare un buon padre". La showgirl argentina e lo sportivo sono pazzamente innamorati e non lo nascondono affatto.

La tensione sull'asse Washington-Pyongyang resta, dunque, alta.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. L'attacco del ransomware è stato "diffuso ed è costato miliardi", ha spiegato Bossert, ed è l'ennesima azione di un regime che nell'ultima decade ha agito "quasi indisturbato" sia sul piano militare che su quello delle minacce telematiche. Non siamo neanche soli con le nostre scoperte.

Share