Voluntary Agreement bocciato: stangata dell'UEFA sul Milan

Share

Andiamo a spiegare, dunque, che cos'è il voluntary agreement proposto da Ling Yonghong ai vertici del calcio mondiale.

"Oltre a dichiarare il proprio massimo e costante rispetto nei confronti dell'istituzione europea, il Milan ha sempre dichiarato di essere pronto ad affrontare l'altra faccia della medaglia e cioè il Settlement Agreement - fa sapere in una nota la società di via Aldo Rossi - La proposta di Voluntary partita dalla società rossonera era una novità assoluta in tal senso, non essendoci precedenti a livello politico-calcistico europeo". Se la decisione fosse confermata, si dovrebbe discutere un settlement agreement con relative sanzioni. Dopo i recenti risultati negativi in campionato e il conseguente esonero di Vincenzo Montella dalla carica di tecnico dei rossoneri, ecco che un'altra mazzata si prepara a scuotere l'ambiente. Se il Milan raggiungerà la qualificazione per qualsiasi coppa europea (l'unica possibile, comunque, è l'Europa League) l'Uefa deciderà in primavera la quantità di sanzioni da computare ai rossoneri; in quel frangente si potranno comprendere le reali prospettive del Milan. "Il Milan a novembre si era impegnato a fondo per la redazione e la strutturazione del proprio piano", ha proseguito il club rossonero.

Torino, incendio in una ditta di solventi: due operai ustionati
Visto il materiale presente, nella fabbrica è intervenuto anche il nucleo Nbcr dei vigili del fuoco . I feriti sono stati portati d'urgenza al Cto di Torino in codice rosso .

Milan, Fassone lancia l'allarme: "sono preoccupato per le richieste dell'Uefa!" Il lavoro prodotto, durante questa prima fase, da Marco Fassone, è stato quindi respinto. "Se non ci dovesse essere questa possibilità nonostante la nostra flessibilità ci sarebbe un tema più grande, che riguarda non solo il Milan ma l'istituto - ha aggiunto -". In teoria, chi non rispetta i vincoli del fair play Uefa rischia una serie di conseguenze che vanno dalle multe all'esclusione dalle coppe. C'è totale fiducia che la decisione venga presa in buona fede e che non sia stata ancora presa. "Sto portando avanti da 6/7 mesi una negoziazione con la UEFA sfruttando un istituto creato per i club che hanno cambiato proprietà".

Share