9mila dollari ad Amanda Knox per parlare dell'omicidio Meredith nei college americani

Share

Ma dopo l'assoluzione della Corte di Cassazione, per 'non aver commesso il fatto', Amanda Knox si è concentrata sulla riqualificazione della sua immagine pubblica, a cominciare da iniziative quali realizzare un programma televisivo, o finire in un documentario creato dalla casa 'Netflix'. Amanda Knox è 'impegnata' in un tour a pagamento nei college americani per parlare del caso del 2007, quando si trovava a Perugia per studiare e la sua coinquilina Meredith è stata uccisa.

A pagamento. Nei college americani. Amanda ha siglato un contratto con un'agenzia che sta organizzando le sue apparizioni.

Nel 2011 è uscito Amanda Knox: Murder on Trial in Italy, un film sulla vita della ragazza che si intreccia poi inevitabilmente all'omicidio di Perugia diretto da Robert Dornhelm.

Gigi Buffon: 40 anni in 40 aneddoti
Su un possibile futuro da allenatore , magari sulla panchina della Nazionale . Alex Sandro ha smaltito la botta , ma Asamoah è pronto. Buffon potrebbe non ritirarsi a fine stagione.

Novemila dollari a incontro per raccontare il suo punto di vista sull'omicidio di Meredith Kercher.

Nella veste di vittima di una giustizia scorretta, Amanda ha parlato agli studenti del Roanoke College, in Virginia, per raccontare la sua storia. "Amanda Knox non finisce mai di sorprenderci", ha aggiunto l'avvocato Francesco Maresca. "Dovrebbe pensare alla sua vita senza tornare continuamente su questo caso dal quale ha solo da trarre profitti, in termini di fama e denaro", ha dichiarato al Daily Mail il legale della famiglia. Tutto quello che e' stato detto su di me non importa.

La notizia, rimbalzata in un attimo da un continente all'altro, ha prevedibilmente indispettito tutti i colpevolisti che in questi anni si sono accaniti a sentenziare senza prove e senza appello sulla sua persona. "Certamente - ha concluso il legale - di cattivo gusto". "La domanda non è se qualcosa di male ti accadrà, ma come tu reagirai". Continuo a pensare che dovrebbe ringraziare la giustizia italiana per averla dichiarata assolta nonostante due precedenti condanne pesantissime e invece si impegna in iniziative commerciali offensive per la memoria della povera Meredith.

Share