Allerta meteo della Protezione civile per pioggia e vento

Share

Rovesci e acquazzoni man mano sempre più intensi sono attesi al Nord Italia con il maltempo che porterà temporali e locali nubifragi poi anche sulle regioni centro-meridionali con il passare delle ore.

È stato un inizio di gennaio 2018 all'insegna delle temperature miti e con neve solo ad alte quote. Fenomeni in estensione anche all'Adriatico in serata con neve in Appennino fino a 1400-1600 metri. Temperature minime e massime stabili o in diminuzione. Piogge in serata ed in nottata sulle aree meridionali, nuvoloso altrove.

Mare molto mosso o agitato al largo dal pomeriggio-sera (altezza dell'onda prevista intorno ai 3 metri), possibilità di mareggiate nella costa ferrarese. Temperature in aumento, massime comprese tra 18 e 25.

Multe ai genitori che pubblicano foto dei figli minori
In caso di mancata cancellazione, il padre e la madre del minore vanno, tra l'altro, incontro ad una sanzione pecuniaria. La madre è stata diffidata, pena una multa di 10mila euro .

Al Centro: Al mattino piogge sparse su Toscana, Umbria e Lazio, irregolarmente nuvoloso altrove ma senza fenomeni. Venti deboli o moderati provenienti in prevalenza dai quadranti sud orientali.

Soprattutto Madrid, città cuore di tutta la Spagna, è stata una delle zone più colpite da queste nevicata improvvisa e anche molto violenta tanto che, appunto, sono stati moltissimi gli automobilisti che, tornando verso casa, dalle vacanze natalizie, hanno trascorso la notte all'addiaccio, bloccati in macchina in interminabili code per via della neve che aveva paralizzato il traffico autostradale.

Venti occidentali, deboli sulle zone interne, moderati sulla costa. Al pomeriggio qualche pioggia su Calabria e Sardegna, più stabile sulle altre regioni ma con cieli generalmente nuvolosi. Venti deboli o localmente moderati sud occidentali. Temperature minime stazionarie e massime in calo. Mari da molto mossi ad agitati.

Share