Antitrust, indagine sui cellulari rallentati Apple e Samsung

Share

Non poteva mancare in queste ore una replica ufficiale da parte di Samsung per quanto riguarda le dure accuse riguardanti i rallentamenti dei suoi Samsung Galaxy, visto che l'Antitrust ha parlato di vera e propria obsolescenza programmata sia per il produttore coreano, sia per Apple.

Ad essersi mossa è l'Autorità per la concorrenza, che a seguito delle denunce delle associazioni di consumatori, ha avviato due distinti procedimenti nei confronti delle società dei due colossi operanti in Italia.

L'AGCM determinerà se Apple e Samsung sfruttano le carenze di alcuni componenti per ridurre le prestazioni dei loro dispositivi nel tempo e indurre l'acquisto di nuovi modelli. Ciò potrebbe comportare la violazione di quattro articoli del Codice del consumo italiano e, se giudicate colpevoli, le due società rischiano multe multimilionarie.

Del resto, chi dei possessori di dispositivi prodotti dai due colossi, non si è trovato di fronte alla richiesta pressante di aggiornamento del sistema operativo, per poi scoprire, una volta installate, che le nuove versioni risultavano troppo pesanti per le caratteristiche tecniche del dispositivo stesso?

D'Alema offre la tregua a Renzi: "Non facciamo del male, dialogo futuro"
In un anno la sua presidenza ha assunto così un profilo "terzo" e adesso viene la parte più difficile. "Quello che succede dopo il 4 marzo , credo che andrà discusso nel partito o no?".

L'Antitrust fa sapere di aver provveduto ad effettuare accertamenti ispettivi avvalendosi della collaborazione del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza e del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche dello stesso Corpo.

L'AGCOM sta indagando su Apple e Samsung dopo aver rallentato il funzionamento degli smartphone e tablet relativi a modelli di precedenti generazioni.

L'Antitrust ha preso la decisione "a esito di segnalazioni di consumatori e di un'attività preistruttoria svolta d'ufficio".

Share