Barcellona, Abidal parla della malattia e il web attacca Messi

Share

Tra i ricordi riaffiorati c'è quello di quando mandò un video-messaggio ai suoi compagni per incoraggiarli prima di una partita, con un Messi molto provato nel vederlo: "Ci sono compagni che mi hanno visto molto magro". "Mi vedevano come un cadavere", dice l'exterzino francese, scatenando polemiche e accuse via social allareazione di Messi e dei compagni di squadra del Barcellona."Erano rimasti di sasso". In un'intervista al canale tematico ufficiale, l'ex difensore Eric Abidal ha parlato della malattia che lo aveva colpito nel corso della sua lunga militanza blaugrana. Di non mandarcene più, perché così facendo avrei ottenuto l'effetto contrario. Sapete cosa mi ha detto Messi? In televisione, nel reportage La mia parte d'ombra, Abidal ha ricostruito quei momenti: "Avevo questo dolore che non aveva mai sentito in tutta la mia vita".

Harvey Weinstein schiaffeggiato in un ristorante in Arizona
La proprietaria del ristorante, però, ha negato la violenza dell'aggressione raccontando che il presunto aggressore era visibilmente ubriaco.

Io pensavo di avere un bell'aspetto e quindi dicevo: "Forza ragazzi". "Ai loro occhi apparivo come un cadavere". Oltre all'episodio con Messi, Abidal ne racconta anche un altro con il connazionale Henry, allora giocatore dei New York Red Bulls, che lo andò a trovare. Quando lo vidi in fondo al corridoio cominciai a piangere. Era insopportabile, come un coltello che lentamente s'infila in una ferita aperta. Andata e ritorno, come in Champions League, lui che nel 2011 ha alzato al cielo la 'Coppa dalle grandi orecchie' da capitano dopo un'operazione al fegato servita per sconfiggere il tumore per la seconda volta. "Non volevo che mi vedesse così, ma mi faceva davvero tanto piacere che fosse venuto a trovarmi". Quando il dottore mi disse che avrei dovuto fare un'operazione ero felice.

Share