Cagliari, Castan: "Molto contento di essere qui. Problemi muscolari? Ora sto bene"

Share

Sono avvenuti una settimana fa più o meno. Ho una gran voglia di giocare e dimostrare che sto bene. Poi ho parlato anche con Radja Nainggolan e lui mi ha detto che il Cagliari ha un ambizioso progetto e che l'ambiente è fantastico, una cosa che ho capito anche io fin da subito. Mi sento bene e sento che è la mia occasione questa. L'ho detto anche al mister, mi manca forse il ritmo gara ma sono a disposizione del tecnico.

Il ritorno in giallorosso e ora Cagliari: "A Roma sapevo che sarebbe stato difficile giocare, ma volevo capire in che condizioni fossi: mi sono allenato e ora affronto con fiducia i sei mesi finali di questa stagione". Giocare mi manca tanto, mi vengono i brividi a pensarci, a Torino avevo iniziato bene, stavano pensando anche di riscattarmi ma l'infortunio alla caviglia ha fatto saltare tutto." - il difensore poi continua anche ricordando il cavernoma del 2014 che ha rallentato la sua carriera: "Ciò che ho passato mi da tanta carica, quando ho scoperto di avere questo problema ho avuto tantissima paura, ho parlato con i medici e mi hanno detto che c'erano oltre a me altri 2 giocatori che hanno dovuto lottare contro un cavernoma. Non ho mai saltato un allenamento, i test dicono che ho tutta la mia forza. "I miei figli mi chiedevano perché non giocassi, non vedo l'ora di dirgli di guardare il papà alla tv". La classifica? Ho visto quattro o cinque gare dei rossoblù quest'anno, meritava di più.

Tragico incidente stradale, 57enne rischia la vita
Una donna Rosaria De Leo , 51 anni è morta oggi al Policlinico dopo essere stata investita ieri sera su viale Giostra a Messina . Un secondo incidente è avvenuto nel pomeriggio sull'Aurelia, in direzione nord all'altezza di Braccagni (Grosseto).

"Il mister mi ha fatto un'ottima impressione, tutti mi hanno parlato bene di lui sia come giocatore che come allenatore. Mi spiace non averlo incontrato qui ma faccio sempre il tifo per lui".

Sulla formula di trasferimento: "Non mi preoccupo". Non posso pensare a quello che succederà tra sei mesi. "Io ho bisogno del Cagliari e il Cagliari ha bisogno di me, penso davvero che possiamo fare bene".

Share