California, dopo gli incendi l'inondazione: morti e dispersi

Share

E ancora morti, il primo bilancio parla di almeno 13 vittime. La valanga di fango che si e' riversata nella contea di Santa Barbara ha provocato il maggior numero di morti.

La maggior parte delle vittime si sono registrate nell'area di Montecito, nella contea di Santa Barbara, devastata il mese scorso dal Thomas fire, l'enorme incendio che ha bruciato per settimane la zona.

Almeno 13 persone sono state uccise a causa di alcune inondazioni improvvise nel sud della California. Notevoli le difficoltà incontrate dai soccorritori in quanto è tutto era ostruito.

Milan, Gattuso indica la via: "Farò di tutto, servono i risultati…"
Adriano Galliani mi ha chiamato per un mese mettendo la canzone " Se mi lasci non vale ", ma pensavo che fosse finita un'epoca. Sulla stretta attualità, invece: "Sto gestendo i giocatori in maniera da dare una chance a tutti, serve dargli minutaggio.

Il flusso di fango e detriti è stato innescato dalle forti piogge cadute ieri che hanno fatto esondare un torrente che percorre le colline sopra Montecito e che sfocia nell'Oceano Pacifico.

Per i trasporti è ancora caos, anche se non come tre giorni fa, quando furono cancellati oltre 5.000 voli. E proprio la distruzione della copertura boschiva, a causa degli incendi ha probabilmente reso più fragile l'assetto idrogeologico del territorio della costa meridionale californiana. Non si conosce ancora il numero esatto delle case danneggiate.

Tantissimi i residenti evacuati dalle loro abitazioni. Nelle contee di Ventura e Los Angeles l'evacuazione è stata un ordine per migliaia di persone.

Share