Canone Rai: esenzione entro domani, ecco come fare (il modulo da scaricare)

Share

Ebbene, la scadenza principale resta quella di domani entro la quale va presentata l'apposita domanda di esenzione disponibile nei vari modelli sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

E per chi proprio non intende pagare il canone RAI?

Coloro che faranno domanda di esonero ma che non ne hanno diritto rischiano che da alcuni controlli effettuati sul campo da parte dell'Agenzia delle Entrate la loro dichiarazione possa risultare mendace e si può andare incontro a multe nonché a responsabilità penale come avviene per l'evasione fiscale. Secondo quanto stabilito dal ministero dello Sviluppo Economico, i cittadini che non possiedono un apparecchio televisivo sono esentati dal pagamento del Canone Rai da 90 euro annui a patto che inviino ogni anno la necessaria autocertificazione entro il termine del 31 gennaio.

Mancano ormai pochi giorni al limite massimo per il pagamento del canone Rai 2018, tassa che è possibile non pagare se non si è in possesso di una televisione. Il 31 gennaio è il termine ultimo per presentare la dichiarazione di non possesso dell'apparecchio televisivo.

Juve, Allegri: "Vogliamo la quarta finale di fila"
Il francese contro il Chievo ha riposato e contro i nerazzurri si riprenderà il suo posto da titolare. Anche se i tempi piu' precisi saranno comunicati dopo l'operazione dalla stessa Juventus .

Il canone 2018 è obbligato a pagarlo chiunque possieda un apparecchio televisivo, che deve essere inteso come "un apparecchio in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente o tramite decoder o sintonizzatore". Quindi, non chi possiede computer, smartphone, tablet, privi del sintonizzatore per il segnale digitale terrestre o satellitare. A questa pagina del sito dell'Agenzia delle Entrate si trovano il modello da compilare per chiedere l'esenzione dal canone e quello per chiederne il rimborso per mensilità passate.

A non pagare il canone Rai sono anche gli over 75 con un reddito proprio e del coniuge che non supera i 6.713,98 euro.

Ancora poco tempo a disposizione per inviare la dichiarazione per evitare di pagare i 90 euro di canone dovuti per il 2018. È prevista una situazione diversa per chi cambia casa e attiva una nuova utenza elettrica nel corso dell'anno e non è già titolare di un'altra utenza. Il modello può essere usato anche da un erede per dichiarare che nell'abitazione in cui l'utenza elettrica è ancora temporaneamente intestata a un soggetto deceduto, non è presente alcun televisore. Come sempre il pagamento del canone è previsto per una sola volta per ciascuna famiglia anagrafica, a prescindere dal numero di case possedute e di utenze attive.

Per inviare il modulo correttamente compilato è possibile utilizzare il sito dell'Agenzia delle Entrate dopo avere effettuato la registrazione oppure si può optare per l'invio di una raccomandata all'interno della quale va inserita l'autocertificazione corredata di una copia di documento d'identità valido. La richiesta di non possesso deve essere inviata entro il mese successivo alla data di attivazione della fornitura elettrica. Nel caso in cui la famiglia possedesse più utenze elettriche attive - nella casa di residenza e nella casa vacanze - intestate a più membri della famiglia, occorrerà inviare la dichiarazione per comunicare che il canone andrà addebitato sull'utenza elettrica intestata ad altro soggetto che risulta nello stesso stato di famiglia.

Share