Catalogna, posticipato voto per presidente

Share

Barcellona, 30 gennaio 2018- Rinviata a data da destinarsi la riunione per la rielezione di Carles Puigdemont a capo della Generalitat, prevista per oggi pomeriggio alle 15.

Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha ribadito che Puigdemont non può essere un candidato dato che si trova a Bruxelles in esilio dopo che è stato disposto nei suoi confronti un mandato di arresto per la dichiarazione di indipendenza fatta a metà ottobre.

La Corte Costituzionale spagnola ha annunciato di aver sospeso l'investitura di Carles Puigdemont come presidente della Catalogna.

I media spagnoli, sulla vicenda in questione, riferiscono poi che la Corte si è presa ulteriore tempo per decidere se accettare o meno la richiesta di Madrid finalizzata all'annullamento della candidatura di Puigdemont alla presidenza regionale, indendendo ascoltare sul punto tutte le parti in causa, compreso il leader indipendentista.

MotoGP 2018: svelata la Suzuki GSX-RR di Iannone e Rins
In questa stagione il mio approccio al mondiale è un po' diverso da quello che avevo un anno fa - ha dichiarato Andrea Iannone -. Non vedo l'ora di mettermi alla prova con tutti i rivali durante i test a Sepang ".

"Non presenterò un altro candidato all'investitura, non accetteremo ingerenze", ha affermato Torrent, che ha riferito di aver presentato ricorso davanti alla Consulta di Madrid.

A Barcellona in attesa della seduta pomeridiana del Parlamento catalano, già da stamattina i manifestanti si accingevano a scendere in piazza.

Le pressioni del governo e soprattutto una risoluzione del tribunale costituzionale aveva notevolmente complicato le cose al parlamento catalano. La decisione del presidente del parlamento catalano, esponente di Esquerra Republicana alleato del governo dell'ex presidente, arriva oggi a fronte di rischi penali cui incorrerebbe se avesse riunito la plenaria.

Che al momento resta l'unico candidato per la guida della Generalitat.

Share