Clochard ucciso nel Veronese: indagati due ragazzi di origini straniere

Share

In un primo momento si era pensato ad un incidente: Ahamed Fdil era un accanito fumatore ed appariva plausibile che l'uomo si fosse addormentato con una sigaretta accesa provocando l'incendio. Ma gli accertamenti dei militari dell'Arma hanno portato alla luce la nuova, terribile, ipotesi. Ironia dela sorte, anche i due assassini sono stranieri. "L'ho detto subito ai carabinieri, non poteva essere stata una sigaretta. Mia moglie quel giorno ha visto i soliti ragazzini girare in zona, e prima di vedere le fiamme ha sentito uno scoppio" ha spiegato il soccorritore al Corriere della Sera.

Tennis, Sydney: Fognini si ferma a un passo dalla finale
E certo ora le cose si complicheranno in semifinale contro Angelique Kerber , ma intanto a questo punto ci siamo arrivati. Il 36enne senese n.45 al mondo è stato invece eliminato 6-3 6-3 dal 19enne russo Danil Medvedev , n.84 del ranking Atp.

Truffano 80enne sottraendole 2.100 euro - Due persone, rispettivamente di 31 e 28 anni, sono state denunciate, a piede libero, per truffa ai danni di una 80enne di Scorzé (Venezia) alla quale hanno sottratto 2.100 euro poi recuperati e restituiti dai carabinieri. Data la giovane età, il tredicenne non è infatti imputabile. C'è quello di un immigrato che si era integrato nella comunnità e aveva perso il lavoro e, con esso, tutto quello che aveva conquistato. "Io ci ho provato ma non so se sia entrato oppure no siamo scappati prima che l'auto prendesse fuoco". I due sono indagati ance se "confessione" del ragazzino viene presa con molta cautela dagli investigatori. Si tratta di un italiano del posto di 37 anni. Ahmed Fdil aveva alle spalle una famiglia benestante, il nipote abita a Barcellona con ben quattro appartamenti di proprietà dove anche la vittima era stato più volte invitato ad andare a vivere, ma lui preferiva fare il "clochard" più che altro per scelta personale. Ora i suoi familiari attendono che la giustizia italiana faccia chiarezza.

Share