Consip, proroga di sei mesi delle indagini

Share

Il fascicolo passò subito a Roma per competenza e il 27 dicembre il ministro si presentò a Piazzale Clodio per essere sentito dagli inquirenti.

La procura di Roma ha chiesto la proroga delle indagini sul ministro dello Sport Luca Lotti nel caso Consip. Ognuno di loro potrà presentare una propria memoria entro cinque giorni dalla notificazione.

Pedaggi A25 ed A25: sindaci in trincea
Tanto da aver avanzato diverse proposte di Piano Economico Finanziario capaci di tenere sotto controllo proprio l'incremento tariffario.

Lotti è stato iscritto sul registro degli indagati il 21 dicembre del 2016 dai pm di Napoli Henry John Woodcock e Celeste Carrano per rivelazione del segreto d'ufficio e favoreggiamento a seguito delle dichiarazioni rese dall'allora ad di Consip Luigi Marroni e del presidente di Publiacqua Filippo Vannoni. Il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il pm Mario Palazzi hanno chiesto al gip di prorogare gli accertamenti sul conto dell'attuale ministro dello sport di altri sei mesi.

Nel motivare la richiesta di proroga, gli inquirenti affermano che per quanto attiene il filone sulla fuga di notizie sono "tuttora in corso le attività istruttorie volte a ricostruire la catena di comunicazione all'interno della struttura gerarchica dell'Arma, così come i contatti - è detto nella richiesta di proroga depositata il 19 dicembre scorso - tra le persone che legittimamente erano a conoscenza dell'indagine e gli indagati". In particolare, la proroga è stata richiesta anche per Tiziano Renzi, padre dell'ex premier Matteo, il comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette e l'ex comandante della Legione Toscana dell'Arma, Emanuele Saltalamacchia. Sul fronte dell'indagine che attiene alle "gare Consip e Grandi Stazioni ed alle ipotesi di turbativa delle gare indette da tali stazioni appaltanti, è in corso una complessa attività di analisi della documentazione acquisita, accompagnata da attività di raccolta informazioni da parte di persone informate sui fatti".

Share