Disoccupazione 2017, a dicembre calo al 10,8%

Share

Il tasso di disoccupazione, a dicembre, scende al 10,8% (-0,1 punti percentuali rispetto a novembre).

In valore assoluto il numero dei disoccupati si è attestato a 14,14 milioni di persone. Lo comunica l'Istat, nei dati provvisori. Nel trimestre ottobre-dicembre, rispetto ai tre mesi precedenti, alla crescita degli occupati si accompagna il calo dei disoccupati (-2,5%, -72 mila) e l'aumento degli inattivi (+0,4%, +48 mila).

Secondo il Federal Labour Office, il tasso di disoccupazione destagionalizzato di gennaio scende al 5,4% meglio delle stime di consensus che erano per un +5,5%. L'aumento interessa entrambe le componenti di genere e tutte le classi di età. Risultano in diminuzione i dipendenti, sia permanenti sia a tempo determinato, mentre rimangono stabili gli indipendenti.

Roma, il video della donna spinta sotto il metrò
Intanto prosegue il recupero di Micaela, ricoverata all'ospedale San Camillo di Roma . Le condizioni sono buon, ma la donna resta in terapia intensiva.

La stima delle persone in cerca di occupazione a dicembre diminuisce per il quinto mese consecutivo (-1,7%, -47 mila).

Questo calo della disoccupazione riguarda sia donne che uomini e si distribuisce tra tutte le classi di età, ad eccezione della fascia compresa tra i venticinque e i trentaquattro anni. Il tasso di disoccupazione maschile scende al 10% (-0,1 punti percentuali), quello femminile all'11,8% (-0,2 punti).

A dicembre 2017, dopo la diminuzione registrata nel mese precedente, la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni cresce dello 0,8%, ossia +112 mila. Il tasso di inattività in generale è cresciuto, toccando il 34,8% e registrando un +0,3% punti percentuali. L'incidenza dei disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di età è invece pari all'8,2% (cioè meno di un giovane su 10 è disoccupato), in calo di 0,2 punti rispetto a novembre. Su base annua si conferma, invece, l'aumento degli occupati (+0,8%) pari a +173 mila. Aumentano soprattutto gli occupati ultracinquantenni (+365 mila), ma anche i 15-24enni (+42 mila), calano i 25-49enni (-234 mila).

Share