Europa: 2017 positivo per le immatricolazioni auto, +5,2% per Fca

Share

L'Europa dell'auto si difende e porta a casa nel 2017 15,2 milioni di immatricolazioni, il 3,4% in più rispetto al 2016.

- la quota di mercato è salita dal 6,6 al 6,7%. Volendo fare delle classifiche, il mercato più importante si conferma quello della Germania con 3.441.262 immatricolazioni, ma il mercato più dinamico è invece quello italiano con un tasso di crescita del 7,9%.

Per l'intero 2017, l'Italia è cresciuta, sempre in termini di immatricolazioni auto, del 7,9%, seguita dalla Spagna (+7,7%) e dalla Francia (+4,7%). A dicembre invece quasi tutti i principali mercati europei sono in calo, a eccezione della Spagna (+6,2%). I dati sono dell'Acea, l'associazione dei costruttori europei. Le Fiat 500 e Panda dominano il segmento A (con il 29,1% di quota nell'anno), mentre 500L, 500X e Renegade sono stabilmente tra le più vendute dei loro segmenti.

A dicembre le immatricolazioni del gruppo sono state 62.219, il 16,1% in meno dello stesso mese del 2016 e la quota è scesa dal 6,2 al 5,5%. Lancia Ypsilon continua a essere molto apprezzata in Italia: nel 2017 è la vettura più venduta del segmento B. Alle spalle di Fca Bmw con 1.042.580 consegne (+1%).

Vaccini: Di Battista, non sono riuscito a vaccinare mio figlio, sanità sventrata
Questa mattina ha portato il figlio Andrea a vaccinarsi, ma la scena a cui ha assistito, secondo il deputato del Movimento 5 Stelle , "è da terzo mondo".

In sintesi, secondo Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor, il mercato automobilistico mondiale sta vivendo una fase di crescita ininterrotta che dura dal 2010 sostenuta sia dal processo di diffusione dell'automobile nei paesi di recente e relativamente recente motorizzazione, sia dalla domanda di sostituzione nei paesi economicamente avanzati.

Nel contesto dei 28 paesi dell'Unione giocano un ruolo decisamente dominante cinque grandi mercati che nel 2017, con 11.298.055 immatricolazioni, si sono aggiudicati il 75% delle vendite. Per quanto riguarda Alfa Romeo, invece, le vendite sono pari a 5.700 unità con una flessione del -7% (per ulteriori dettagli sulle vendite di Alfa Romeo in Europa è possibile consultare il nostro approfondimento QUI).

Il mercato tedesco con quattro crescite consecutive ha toccato il livello più alto dal 2009, mentre il mercato italiano è ancora decisamente lontano dai livelli ante-crisi, ma negli ultimi quattro anni ha avuto una crescita del 51% rispetto al minimo del 2013 e con 1.970.497 immatricolazioni ha riconquistato l'ottava posizione tra i maggiori mercati del mondo.

Tra i cinque maggiori dell'Unione il Regno Unito ha toccato quota 2.540.617, un livello decisamente elevato, anche se rispetto al record del 2016 si registra un calo del 5,7% dovuto soprattutto alle incognite della Brexit e all'introduzione nel corso del 2017 di un'imposta legata alle emissioni di CO2.

Share