Ferrero compra dolci Usa di Nestlé, affare da 2,4 mld euro

Share

L'ufficialità è arrivata dopo settimane di indiscrezioni e no comment da parte dei vertici del colosso dolciario di Alba. E' ufficiale: Ferrero acquisirà da Nestlé il business dolciario statunitense l'operazione dovrebbe completarsi entro la fine del primo trimestre 2018. L'azienda piemontese acquisirà oltre 20 storici brand americani, tra cui cioccolati tipici della tradizione a stelle e strisce come Butterfinger, BabyRuth, 100Grand, Raisiets, Wonka, ma anche caramelle SweeTarts, LaffyTaffy e Nerds. Le attività dolciarie statunitensi di Nestlé hanno generato vendite pari a circa 900 milioni di dollari nel 2016.

Bimba azzannata dal cane, è gravissima Lui sarà abbattuto
Leone è sempre stato un animale [VIDEO ] docile e tranquillo, come ha cercato di spiegare il signor Maldonato. Il cane invece è stato preso in consegna dai veterinari dell'Ats e verrà soppresso nei prossimi giorni.

Nel manifestare l'entusiasmo per l'acquisizione, il presidente esecutivo del gruppo, Giovanni Ferrero, ricorda il "portafoglio eccezionale di marchi iconici ricchi di storia e di grande riconoscibilità" che la divisione di Nestlé porta con sé. Questo, insieme alle acquisizioni precedenti "garantirà una gamma sostanzialmente più ampia, un'offerta più vasta di prodotti di alta qualità per i consumatori di snack al cioccolato, caramelle, dolciumi e prodotti stagionali da ricorrenza, oltre a nuove entusiasmanti opportunità di crescita nel più grande mercato dolciario del mondo", che vale da solo un quarto del totale. Con questa brillante operazione finanziaria, Ferrero diventerà la terza più grande azienda dolciaria nel mercato statunitense dove è meglio conosciuta per i Tic Tac, le praline Ferrero Rocher, Nutella, nonché i marchi di cioccolato Fannie May e Harry London. I dipendenti Nestlè negli States continueranno ad operare per gli stabilimenti d'origine tra Bloomington, Franklin Park e Itasca (Illinois). "Il nostro impegno a fornire valore ai consumatori e ai clienti nordamericani sarà fortemente rafforzato dall'arrivo nel nostro portafoglio di marchi di cioccolato e di dolci così potenti", dichiara Lapo Civiletti, ceo del Gruppo Ferrero.

Share