Fiorentina-Hellas Verona, le probabili formazioni

Share

Sulla sua strada il Verona di Pecchia.

Le formazioni ufficiali per Fiorentina-Verona, match valevole per la ventiduesima giornata del campionato 2017-18 della Serie A. La classifica non sorride affatto visto che la squadra di Pecchia è penultima con 13 punti, cinque di distacco dalla zona salvezza.

Lazio, Inzaghi: "Non rischio Immobile, a San Siro serve l'impresa"
Gattuso? Che Milan si aspetta? Ha fatto 27 partite una meglio dell'altra, è giusto che venga preso in considerazione dal Brasile. Assenza di Immobile? C'è Anderson, c'è Nani ... "Poi il passaggio si può sbagliare, ma i giocatori devono avere personalità".

Vediamo quale è stato il ruolino di marcia di Fiorentina ed Hellas Verona nell'ultimo mese e come si presentano all'appuntamento del "Franchi" di questa domenica pomeriggio. Quanto al mercato, Pioli ha ribadito: "Questo è un anno di assestamento e rinnovamento per noi, cambiare per cambiare non serve, se ci sarà occasione per completare la rosa ci muoveremo, l'obiettivo però principale è cercare di gettare le basi per una Fiorentina in futuro più forte". La Viola, prima della gara contro la Samp, era imbattibile, con 2 vittore e 6 pareggi; il Verona invece viene da quattro sconfitte consecutive. Compito dunque difficile quello degli scaligeri che dovranno uscire indenni dalla tana della Fiorentina e salvare pure la panchina del loro tecnico. In casa gigliata si va verso una conferma del 4-3-3 in cui Sportiello sarà il portiere titolare, protetto da una linea difensiva a quattro formata, da destra a sinistra, da Laurini, Pezzella, Astori e Biraghi. A Firenze Pecchia dovrebbe confermare la stessa difesa scesa in campo con il Crotone, con Valoti (favorito su Fossati) che dovrebbe prendere il posto di Bruno Zuculini. A centrocampo Buchel in cabina di regia con Romilo e Valoti mezze ali mentre in attacco Verde e Matos a supporto di Kean.

Come ricorda il Qs-La Nazione, da troppo tempo non vince la Fiorentina, lo ha ricordato ieri Pioli che non è uno statistico: solo due punti in tre partite dopo l'1-0 a Cagliari, il timore che il percorso di crescita abbia perso identità può essere allontanato dunque solo con una vittoria contro il Verona penultimo, che proprio in salute non è.

Share