Germania: accordo su Grande Coalizione, tasse e migranti

Share

"Credo che riusciremo a formare un governo entro Pasqua a condizione che il congresso Spd dia il suo consenso e che sia mantenuta la velocità che abbiamo raggiunto durante questi colloqui esplorativi", ha detto il leader dei cristiano-sociali bavaresi, Horst Seehofer.

L'euro sale ai massimi da tre anni dopo l'accordo politico raggiunto in Germania per la Grosse-Koalition. Se tutto andrà bene saranno avviati negoziati dettagliati per un programma di coalizione: nel migliore dei casi, a Berlino non ci sarà un governo prima della fine di marzo. Unione e Spd superano scogli tasse e migranti: Nessun aum... I partiti si sono messi d'accordo per permettere il ricongiungimento familiare dei migranti al ritmo di 1000 persone al mese e ponendo un limite all'ingresso che non dovrà oltrepassare i 220.000 migranti l'anno (nel 2015 erano stati accolti poco meno di 1 milione di persone, 280,000 nel 2016, quasi due terzi in meno, numero che scende ancora tra i richiedenti asilo nel 2017). In sostanza, sarebbe passato il ritorno al sistema per cui i contributi verranno pagati in modo uguale dal lavoratore e dal datore di lavoro. "Siamo anche pronti a contributi maggiori della Germania nel bilancio europeo". Il leader dei socialdemocratici, Martin Schulz, parla di "risultato eccezionale", mettendo l'accento sui risultati raggiunti "per un contratto di governo" sullo stato sociale, con l'aumento degli aiuti alle famiglie e degli investimenti nel sistema della formazione.

Isola dei Famosi 2018 a rischio: terremoto ai Caraibi
E sono già in tanti a puntare sulla vittoria di una di loro 4, visto anche il loro carattere esuberante. Tra poco meno di due settimane è previsto il debutto della tredicesima edizione de L'Isola dei Famosi .

Il governo stabile è stato l'obiettivo della Merkel per tutta la nottata; lei stessa ha affermato di lavorare per un fantastico paese e che la prossima volta bisogna essere più veloci nelle decisioni e non bisogna aspettare e prendersi molto tempo per pensarci quando basterebbe una semplice riunione o un confronto tra partiti della stessa nazione come in questo caso. "Un nuovo inizio per l'Europa è anche un nuovo inizio per la Germania", ha dichiarato.

Dall'Italia arriva la soddisfazione del premier Paolo Gentiloni che su Twitter ha definito l'intesa raggiunta "una buona notizia per l'Europa".

Share