Il Vicenza è fallito, ma continuerà il campionato di Serie C

Share

"Questa è una giornata davvero triste per la città e per tutti coloro che amano il Lane, ma ora almeno le cose sono chiare - ha dichiarato a caldo il sindaco Achille Variati - con la dichiarazione di fallimento si apre una nuova pagina non semplice che avrà bisogno della generosità di tanti per salvare non solo una società, non solo una squadra dalla storia centenaria, ma un pezzo dell'identità della nostra comunità". Curatore fallimentare, come da previsione, è stato nominato il commercialista Nerio De Bortoli, veneziano, che ha già seguito la procedura fallimentare del Venezia Calcio nel 2005.

Sempre di oggi inoltre è la notizia che la magistratura sta iniziando a guardare dentro la società e sarebbero emerse anomalie negli ultimi bilanci, soprattutto per alcune voci che gli inquirenti ritengono siano state alterate.

Matrimonio in volo: il Papa sposa steward e hostess sull'aereo
Ovviamente hanno subito dato la notizia ai colleghi e ai giornalisti . Gli atti sono firmati su un normale foglio A4". Hanno detto che non erano sposati in Chiesa.

De Bortoli in passato si è occupato anche del fallimento del Venezia, ieri si è presentato al Centro tecnico di Isola Vicentina, dove la squadra si è ritrovata con l'allenatore Nicola Zanini per la ripresa degli allenamenti, fornendo spiegazioni sul nuovo quadro che si è delineato e tranquillizzando giocatori e staff tecnico. Che, dunque, hanno concrete possibilità di riuscire a portare a termine il campionato di Serie C, evitando la scomparsa del club (che sarà comunque penalizzato). Vent'anni più tardi la gestione di Dalle Carbonare e, subito dopo, degli inglesi, ha portato a un altro straordinario risultato quando i biancorossi hanno vinto la Coppa Italia. Se buona parte dei giocatori deciderà di restare, il Vicenza potrebbe salvarsi a fine stagione e mantenere titolo sportivo e categoria.

Share